ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiale 2014: ecco tutti gli infortunati
Mondiale 2014: ecco tutti gli infortunati

Mondiale 2014: ecco tutti gli infortunati

Aumenta giorno dopo giorno sempre di più il numero degli infortunati dei giocatori inseriti nelle rose delle squadre del Mondiale.

Forse non era mai successo prima d’ora che a pochi giorni prima dell’inizio del Mondiale ci fosse un numero così elevato di infortunati proprio nelle ultime ore. La lista è lunga e soprattutto la maggior parte dei giocatori infortunati sono dei perni fondamentali delle loro nazionali. Il più recente è senza dubbio Marco Reus giocatore del Borussia Dortmund che ha dovuto rinunciare al Mondiale e tornarsene a casa, Reus è uno dei giocatori fondamentali della Germania che ha subito sicuramente una grave perdita.

Reus è solo un esempio, uno dei tanti giocatori che si sono infortunati in questi giorni pre-Mondiale, se mettessimo insieme tutti gli infortunati in un’unica squadra questa potrebbe vincere il Mondiale molto facilmente. Per quanto riguarda la nostra nazionale l’assenza più importante è sicuramente quella di Giuseppe Rossi che fino all’ultimo sembrava essere pronto per partire ma nonostante l’impegno che Pepito ci ha messo in questi mesi purtroppo non è riuscito a convincere Prandelli che ha deciso di lasciarlo a casa.

Un’altra squadra che dovrà rinunciare ad uno dei suoi talenti è la Francia che pochi giorni fa ha perso forse il suo giocatore più forte Frank Ribery che ha dichiarato con immenso dispiacere di non poter essere a disposizione della nazionale a causa del suo grave infortunio. Anche la rivelazione Colombia dovrà rinunciare al suo campione in forza al Monaco Radamel Falcao che causa rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro guarderà la sua nazionale seduto in tribuna.

Altri giocatori infortunati costretti a lasciare il Mondiale sono: Victor Valdes, Thiago Alcantara,Strootman, Mario Gomez, Gundogan, Montes, Castillo, Oviedo e Akaminko.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*