ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Mondiali 2014, Italia: Prandelli crede nella finale
Mondiali 2014, Italia: Prandelli crede nella finale

Mondiali 2014, Italia: Prandelli crede nella finale

Dopo l’ultima amichevole contro la Fluminense F.C. vinta per 5 – 3 dagli azzurri mancano ormai pochissimi giorni al debutto dell’Italia sabato contro l’Inghilterra.

L’amichevole contro la Fluminense è stata una partita tutto sommato positiva per gli azzurri che soprattutto nel reparto offensivo hanno mostrato delle cose davvero interessanti. Un po’ meno in quello difensivo dove l’Italia ha subito tre gol troppi secondo il tecnico ex Fiorentina.

E’ un Prandelli molto carico quello che si è presentato davanti ai microfoni dal ritiro della nazionale, parlando della condizione fisica generale della squadra e non ponendosi nessun limite dicendo che nel calcio tutto è possibile e questa sua Italia ha le carte in regola per stupire ed arrivare fino in fondo.

Prandelli comincia proprio col parlare degli errori che sono stati commessi nella partita contro il Fluminense dicendo che i tre gol subiti sono nati da errori di giocatori individuali che possono accadere in ogni partita. La cosa importante è non commettere errori nel collettivo tipo sbagliare qualche manovra quando c’è la necessità di farlo.

Prandelli ha inoltre dichiarato che questa partita gli è servita per dare minuti nelle gambe ad alcuni giocatori ed è stato assolutamente così. Il tecnico azzurro sottolinea ancora una volta la buona prestazione di Darmian uno dei giocatori che secondo lui sarà la rivelazione di questo Mondiale.

Intanto il mister da notizie anche sulla condizione fisica dei suoi giocatori dichiarando il totale recupero di Barzagli, Paletta e Sirigu che entro massimo domani dovrebbero essere al 100%. Qualche piccolo problema invece ce l’ha Balotelli a causa del grande lavoro fisico di questi giorni ma nulla di che. Invece Verratti ha la febbre e non si sa se sarà recuperato per sabato sera contro l’Inghilterra.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*