ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Mondiali 2014, Italia: Marchisio vuole battere l’Inghilterra
Mondiali 2014, Italia: Marchisio vuole battere l’Inghilterra

Mondiali 2014, Italia: Marchisio vuole battere l’Inghilterra

Il centrocampista della Juventus e della nazionale italiana si è presentato molto fiducioso davanti ai microfoni a pochi giorni dalla partita di esordio contro l’Inghilterra.

Claudio Marchisio sembra essere sicuro di essere un titolare inamovibile di questa nazionale. Ieri nel corso di un’intervista dal ritiro di Mangaratiba il centrocampista azzurro si è mostrato molto ottimista riguardo la partita di esordio di sabato sera alle 00.00 italiane contro l’Inghilterra.

Secondo Marchisio l’Inghilterra non è sicuramente un avversario facile da incontrare anche perché è una squadra nuova rispetto a quella che l’Italia affrontò nell’ultimo Europeo con l’arrivo di giocatori come Sturridge che fanno la differenza anche da soli.

Marchisio svela il lavoro che in questi giorni sta facendo la nazionale basato tutto sulle ripartenze e sul possesso palla che piace molto al mister Prandelli ma come sottolinea Marchisio bisogna stare attenti perché gli inglesi hanno una forza fisica davvero notevole oltre ad essere velocissimi e quindi potranno mettere in seria difficoltà l’Italia.

Il centrocampista azzurro ha parlato anche della sua condizione fisica ricordando che all’inizio di questa stagione ha avuto molti problemi fisici che però hanno fatto si che lui ci lavorasse per essere qui in questo momento. Marchisio ha voglia di essere protagonista visto che ormai anche nella Juventus di Antonio Conte sembra  non esserlo più.

Marchisio elogia poi il lavoro del suo allenatore Prandelli e ricorda a tutti  i risultati ottenuti con il mister ex Fiorentina ovvero l’ultimo Europeo in cui l’Italia arrivò in finale e la scorsa Confederations Cup in cui l’Italia arrivò terza. Marchisio pensa che il girone ora sia più difficile ma ribadisce convinto che non bisogna cercare alibi, l’Italia deve essere protagonista come dice Marchisio, come dice la storia.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*