ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Messi salva l’Argentina al 93 minuto
Mondiali 2014: Messi salva l’Argentina al 93 minuto

Mondiali 2014: Messi salva l’Argentina al 93 minuto

Nella terza partita del Girone F l’Argentina ha sfidato un Iran infuocato, che nella prima partita ha sfidato l’Algeria e ha pareggiato, quindi ci credeva davvero e ci crede ancora alla qualificazione della sua squadra nel gruppo a loro assegnato.

Gli iraniani hanno dato quindi molto filo da torcere alla squadra Argentina, che non riusciva a concludere, ed è riuscita a fare qualcosa solo quando la stella del Barcellona Messi ha risolto la situazione difficile del match al 93′ concedendo così la qualificazione alla selezione di Sabella.

L’Iran aveva offerto una prestazione di tutto punto, con una difesa davvero impenetrabile, che per gli oltre 90 minuti regolamentari è stata capace di fermare l’impeto dei sudamericani, che sanno giocare molto bene al pallone.

Si ricorda anche che l’Argentina proponeva un attacco stellare, dal momento che Sabella ha abbandonato il modulo 5-3-2 e ha puntato sul 4-3-3 con Messi, Higuain e Aguero davanti a tirare cannonate: a servire loro i palloni c’erano i giocatori di qualità quali Mascherano e Gago insieme a Di Maria.

Comunque, già dai primi minuti si era capita la strategia della nazionale iraniana: infatti hanno ostentato un pesante canovacco tattico, con raddoppi e finanche tre giocatori su un solo argentino, ossia quello che aveva la palla.

Eppure, anche se sofferta, c’è stata la vittoria da parte dell’Argentina, grazie ad una magia della Pulce, che fa arrivare la giocata: Messi, che non ha brillato per tutta la partita, ha preso palla sul lato destro dell’area di rigore, poi è andato verso il centro ed è riuscito a distruggere la porta difesa da Haghighi.

La sfida finisce quindi 1 a 0 per l’Argentina, e la partita è chiusa, decisa da un fuoriclasse: Lionel Messi.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*