ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: La Costa Rica chiede spiegazioni alla Fifa per i controlli antidoping
Mondiali 2014: La Costa Rica chiede spiegazioni alla Fifa per i controlli antidoping

Mondiali 2014: La Costa Rica chiede spiegazioni alla Fifa per i controlli antidoping

La notizia non è passata certo inosservata ed ha fatto un grande clamore a livello internazionale. Al termine dell’incontro vittorioso con l‘Italia, sette giocatori della Costa Rica sono stati chiamati a svolgere un controllo antidoping, una pratica normale ma che non ha mai coinvolto un numero cosi alto di giocatori in contemporanea.

Per utilizzare un metro di paragone, al termine di Italia-Costa Rica, i giocatori della nostra nazionale chiamati a svolgere i regolari controlli antidoping sono stati appena due, come accade in ogni situazione.

La scelta della Fifa di chiamare un numero cosi alto di giocatori della Costa Rica, ha spinto la federazione della sorprendente nazionale, già qualificata agli ottavi di finale, a chiedere spiegazioni ufficiali in merito ad un comportamento tanto anomalo ed inusuale che ha fatto parlare molto a livello internazionale gettando anche un’ombra sui successi della nazionale.

La Fifa ha spiegato che la scelta di chiamare un numero cosi alto di giocatori ai controlli antidoping è legata al fatto che, nel corso di una delle ultime sessioni di controlli di routine prima del Mondiale in Brasile, diversi giocatori della Costa Rica non poterono sostenere gli esami poiché si trovavano all’estero.

La federazione internazionale ha quindi deciso di recuperare questi test subito dopo la vittoriosa gara della Costa Rica contro l‘Italia. La federazione della Costa Rica ha comunque protestato per i modi utilizzati che, di certo, hanno fatto molto parlare.

La squadra, in ogni caso, è già qualificata agli ottavi di finale e non avrà problemi a cancellare questo episodio con una nuova vittoria che permetterebbe uno storico passaggio del turno.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*