ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali: Belgio distrugge Russia e va agli ottavi
Mondiali: Belgio distrugge Russia e va agli ottavi

Mondiali: Belgio distrugge Russia e va agli ottavi

La nazionale di calcio della Russia è stata nelle ultime ore distrutta dal Belgio nel secondo match della prima fase a gironi dei Mondiali di Calcio in Brasile del 2014: è stata senza dubbio una partita interessante, che ha consentito alla nazionale belga di ottenere un risultato davvero importante.

Infatti si ricorda che la partita si è tenuta allo stadio Maracanà di Rio de Janeiro, quello che ospiterà la finale dei Mondiali 2014 di Brasile che si svolgerà il 13 di luglio 2014, e si è concluso con il punteggio di 0 a 1 grazie alla realizzazione prodotta da Origi su assist di Hazart.

Il gol è stato davvero fondamentale, dal momento che è arrivato a pochi minuti dalla fine, quando tutti avrebbero puntato su un pareggio di entrambe le squadre, cosa che avrebbe aperto nuovamente i giochi ai fini delle qualificazioni, dal momento che il primo e il secondo posto del loro girone sarebbero rimasti ancora incerti.

Comunque, grazie invece a questo risultato il Belgio è riuscito ad ottenere il primo posto del girone con 6 punti, e pertanto si è qualificato con una giornata di anticipo per gli ottavi di finale del torneo dei Mondiali 2014 di Brasile: per la nazionale belga, quindi, non sarà necessario giocare l’ultima sfida, quella contro la Corea del Sud, eppure tale sfida va disputata, dal momento che è di calendario.

Si ricorda che nella prima partita il Belgio ha battuto per 2 a 1 l’Algeria nel match di martedì 17 giugno disputato a Natal, Belo Horizonte: di contro, dovrà giocare a breve contro la Corea del Sud, e precisamente giovedì 26 giugno a Brasilia, Recife, Curitiba, Sao Paulo.

Per la Russia, invece, che ha totalizzato in due partite solo 1 punto, visto che la prima è terminata con un pareggio e la seconda con una sconfitta, è davvero difficile che possa ottenere la qualificazione, anche se non impossibile.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*