ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali, sfida Olanda-Messico, Van Gaal: Giocare alle 13 con le allucinazioni
Mondiali, sfida Olanda-Messico, Van Gaal: Giocare alle 13 con le allucinazioni

Mondiali, sfida Olanda-Messico, Van Gaal: Giocare alle 13 con le allucinazioni

La sfida tra Olanda e Messico come terzo match degli ottavi di finale dei Mondiali 2014 di Brasile non incomincia nel migliore dei modi: infatti il commissario tecnico della nazionale olandese Louis Van Gaal sta polemizzando molto in vista di un fattore importante.

Nel dettaglio, si tratteràdella terza partita consecutiva che gli olandesi disputeranno un match alle 13, dopo quelli che ha avuto con Australia e il Cile: eppure, adesso ci sono due aspetti da non trascurare in modo del tutto assoluto.

Infatti, si tratta di una sfida degli ottavi di finale, non di un match dei girono, e inoltre le condizioni metereologiche non sono ottimali: si parla di 32° e l’80% di umidità a Fortaleza, città che ospiterà il match tra Olanda e Messico.

Secondo il parere di Van Gaal, far disputare una partita nelle succitate condizioni non gli sembra normale: a tal proposito è da evidenziare l’umidità, che è talmente alta da condizionare la partita.

Di contro, i messicani sono molto più abituati di loro a gestire situazioni del genere: infatti, una volta giocò in Messico con l’Ajax in condizioni climatiche simili, ma i suoi giocatori non riuscivano neppure a raggiungere la palla.

In ogni caso, bisogna affermare che ci sarà bisogno dei timeout, e saranno proprio gli orange a chiederli: infatti, un calciatore può arrivare a perdere 4 chili in un match del genere e soprattutto se non si beve in modo regolare ci si può disidratare. E c’è il rischio delle allucinazioni.

Comunque, Van Gaal rimane fiducioso di poter fare una grande partita: devono provare a vincere, anche perché fino a questo momento hanno fatto davvero bene. Davvero, è molto orgoglioso di come i suoi 23 giocatori hanno giocato finora.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*