ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Germania ai quarti, ma che fatica
Mondiali 2014: Germania ai quarti, ma che fatica

Mondiali 2014: Germania ai quarti, ma che fatica

Finisce 2-1 per la Germania dopo 120’, partita molto sofferta con Neuer spesso decisivo, venerdì i quarti di finale con la Francia al Maracanà.

In questo Mondiale nessuna squadra sta avendo vita facile anzi come abbiamo visto nei primi ottavi di finale sia il Brasile che l’Olanda e la Francia hanno superato con molte difficoltà nonostante le avversarie non fossero dello stesso blasone.

Stasera anche la Germania ha faticato forse anche troppo, l’Algeria esce a testa altissima tra gli applausi del pubblico brasiliano, protagonisti di una grande partita hanno costretto i tedeschi a vincerla solo nei tempi supplementari.

La partita è stata caratterizzata da vari capovolgimenti di fronte, anzi forse l’Algeria spesso approfittando della superficialità della Germania si è resa molto pericolosa dalle parti di Neuer che è stato uno dei migliori in campo salvando il risultato più volte.

Il tecnico della Germania Loew l’aveva detto di fare attenzione a questa Algeria che con il loro fantastico contropiede avrebbero potuto mettere in serissima difficoltà i tedeschi. E così è stato perché per vedere un gol in questa partita bisogna aspettare l’inizio dei tempi supplementari.

Subito dopo un minuto dall’inizio dei supplementari la Germania passa in vantaggio, bellissima azione che parte dai piedi di Muller che con un preciso cross da sinistra pesca in area Schurrle che di tacco spedisce il pallone alle spalle di Bolhi.

L’Algeria si butta in avanti con la forza della disperazione provando in tutti i modi a cercare il gol del pareggio ma alla fine è ancora la Germania con Ozil a mettere dentro il gol del 2-0 in un’azione di contropiede.

L’unica soddisfazione degli algerini è il gol di Djabou al 121’. La Germania affronterà la Francia venerdì alle 18.00 orario italiano allo Stadio Maracanà.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*