ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014, Olanda alle semifinali, trema ma vince ai rigori contro Costa Rica
Mondiali 2014, Olanda alle semifinali, trema ma vince ai rigori contro Costa Rica

Mondiali 2014, Olanda alle semifinali, trema ma vince ai rigori contro Costa Rica

L’ultima partita dei quarti di finale dei Mondiali 2014 di Brasile è finita con il successo della nazionale olandese guidata dal commissario tecnico Van Gaal, che ha battuto i rigori la Costa Rica, squadra che invece ha sconfitto la nazionale italiana guidata dal commissario tecnico Cesare Prandelli nella seconda partita dei gironi.

Venerdì 4 luglio 2014 e sabato 5 luglio 2014 ci sono state a due a due le sfide dei quarti di finale dei Mondiali 2014 di Brasile, che si sono tenute rispettivamente alle ore 18:00 e alle ore 22:00.

La prima quella di venerdì 4 luglio 2014 alle ore 18:00 tra Francia e Germania si è conclusa con una vittoria dei tedeschi grazie ad un gol nel primo tempo.

Di contro, la seconda dello stesso giorno, quella delle ore 22:00, è terminata con la vittoria fortunosa del Brasile per 2 a 1 sulla Costa Rica, match in cui si visto un brutto fallo di Zuniga su Neymar che gli ha fratturato la vertebra e lo costringerà a stare a letto per un mese, saltando la restante parte dei Mondiali 2014 di Brasile.

L’ultima sfida invece dei quarti è stata, come detto all’inizio, quella giocata tra Olanda e la sorprendente Costa Rica, che è riuscita grazie ad una prestazione rocambolesca a mettere in difficoltà i vice campioni del mondo ai Mondiali 2010 di Sud Africa e i gettonati campioni del mondo ai Mondiali 2014 di Brasile.

Senza dubbio è stata decisiva la scelta dell’allenatore dell’Olanda Van Gaal di mettere in campo prima dei rigori il secondo portiere Krul invece del titolare Cillesen, dal momento che proprio la riserva è stata a strappare via dalla rete i due rigori di Ruiz e di Umana: di contro, l’Olanda va sempre in gol, e quindi termina 4 a 3 per la nazionale olandese.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*