ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Brasile figuraccia storica, Germania in finale
Mondiali 2014: Brasile figuraccia storica, Germania in finale

Mondiali 2014: Brasile figuraccia storica, Germania in finale

La Germania vola in finale umiliando il Brasile con sette reti, brasiliani in lacrime a casa, Klose è il miglior marcatore della storia dei Mondiali.

Brasile-Germania 7-1, non è il risultato di una partita di tennis ma è la semifinale di un Mondiale. Mai nessuno avrebbe scommesso un solo centesimo su un risultato così grande, una differenza così notevole da ridurre in lacrime tutti i tifosi brasiliani sulle tribune.

Questa sconfitta è la più pesante della storia del Brasile, in cui i primi cinque gol sono arrivati addirittura in 18′ a dimostrazione che stasera c’era solo una squadra in campo, la Germania.

La Germania un vero e proprio spettacolo, una squadra compatta, organizzata fin nei minimi dettagli ha fatto praticamente quello che voleva per tutto l’incontro. Si può affermare tranquillamente che stasera per la Germania sia stata una vera propria partita di allenamento.

Il primo gol arriva all’11′ con Muller che approfitta di sinistro al volo su un preciso angolo di Kroos. Al 23′ è Miroslav Klose a mettere dentro il 2-0 e con questo entra nella legenda della storia dei Mondiali sorpassando Ronaldo a quota 15 nella classifica marcatori di sempre.

Si va avanti così con la Germania che sembra giocare a calcetto con gli amici e il Brasile che sembra una squadra di un’altra categoria in un’amichevole pre-campionato. E quindi in quattro minuti arrivano altre tre reti della Germania e si chiude il primo tempo 5-0.

A questo punto il secondo tempo è una pura formalità, il Brasile prova ad essere il meno vergognoso possibile, la Germania rallenta probabilmente per non infierire ma non può fare a meno di segnare altri due gol.

Inutile il gol della bandiera di Oscar nel finale accolto dal pubblico sugli spalti con un applauso ironico, finisce così Brasile umiliato, Germania da sogno.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*