ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Argentina contro Olanda in lotta per la finale contro Germania
Argentina contro Olanda in lotta per la finale contro Germania

Argentina contro Olanda in lotta per la finale contro Germania

Stasera ci sarà alle 22:00 ore italiane la partita tra Argentina e Olanda come seconda semifinale dei Mondiali 2014 di Brasile, e una delle due dovrà giocare in finale contro la squadra fortemente agguerrita della Germania.

Si ricorda infatti che nelle ultime ore il Brasile ha subito degli incessanti colpi tedeschi che l’anno messa ko e hanno fatto colare a picco la nave sudamericana per la bellezza di 7 gol a 1, quel gol della bandiera fatto a stento al 90esimo da parte della nazionale brasiliana allenata dal commissario tecnico Felipe Scolari.

Sono stati 5 i gol subiti dal Brasile nel primo tempo in solo 18 minuti, che hanno così infranto i sogni della nazionale brasiliana che già pensava di avere le mani sul trofeo che le avrebbe dato la sesta coppa del mondo.

La sfida di stasera allo stadio di San Paolo, dove c’è stata il 12 giugno la partita inaugurale tra Brasile e Croazia, tra una squadra del nuovo continente e una del vecchio sarà senza dubbio molto interessante: l’Argentina ha dalla sua un attacco formidabile, ma l’Olanda può offrire la goleada stile tedesco con cui ha affondato la Spagna.

Si ricorda infatti che i vice campioni del mondo ai Mondiali 2010 di Sud Africa, ossia l’Olanda, hanno battuto i campioni del mondo agli stessi Mondiali, ossia la Spagna, per la bellezza di 5 gol a 1, confermando così il proprio predominio sul Vecchio Continente.

Pertanto, la vittoria dell’Olanda è molto gettonata, dal momento che ha ricordato molto quella della Germania: una bella finale quindi tra Olanda e Germania sarebbe l’ideale, viste le due goleade più seguite di questi Mondiali 2014 di Brasile.

Eppure, l’Argentina darà parecchio filo da torcere alla nazionale olandese di Van Persie, dal momento che Messi non ci sta, e vuole una vittoria della coppa del mondo.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*