ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Argentina, Maradona: Messi si deve svegliare, la Germania va aggredita
Argentina, Maradona: Messi si deve svegliare, la Germania va aggredita

Argentina, Maradona: Messi si deve svegliare, la Germania va aggredita

Il Pibe de oro, che ha permesso alla nazionale dell’Argentina di vincere il suo ultimo Mondiale, in cui era capitano, è il calciatore della nazione che più può incoraggiare i giocatori dell’attuale nazionale di calcio in vista della finale dei Mondiali 2014 di Brasile che si giocherà questa sera al Maracanà contro la Germania.

Proprio per questo, Diego Armando Maradona, idolo dei partenopei, ha cercato con alcune dichiarazioni nella sua trasmissione “De Zurda”, in onda su Telesur, di incoraggiare la sua squadra e Lionel Messi, che vogliono tornare sul tetto del mondo dopo 28 anni e dare uno schiaffo morale ai tedeschi cancellando la sconfitta subita a Italia ’90.

Secondo Maradona, l’Argentina dovrà pressare parecchio la Germania in mezzo al campo al fine di non concedere alcuno spazio e di prendere più palle possibili per lanciare i due attaccanti Messi e Higuain.

Infatti, da esperto qual è Maradona ha detto che è stata proprio la libertà data ai centrali bavaresi il maggior errore della sconfitta della squadra padrona di casa, il Brasile.

Bisogna quindi che il team allenato dal commissario tecnico Sabella imiti ciò che è stato fatto da Ghana e Algeria che sono in parte riuscite a bloccare in qualche modo la Germania.

Infatti si ricorda che il loro esempio deve essere preso in considerazione, visto che la prima squadra è riuscita a pareggiare 2-2 nel girone eliminatorio, mentre la seconda ha portati i bavaresi fino ai supplementari negli ottavi di finale.

Di contro, il Brasile li ha aspettati dando loro la possibilità di effettuare una fitta rete di passaggi a centrocampo: bisogna evitare proprio questo. Infine, Lionel Messi è sempre fortissimo, ma si deve svegliare, non facendosi cogliere alla sprovvista, e la Germania va aggredita con i suoi guizzi insieme a quelli del suo compagno di squadra Higuain.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*