ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A > Serie A, possibilità di avere un quarto sponsor
Serie A, possibilità di avere un quarto sponsor

Serie A, possibilità di avere un quarto sponsor

Senza dubbio, l’argomento più atteso dall’assemblea della Lega Calcio, nel mezzo dell’estate italiana, era per ogni tifoso e per ogni incluso nell’assemblea l’elezione del nuovo presidente Federale, eppure per il momento questo non è stato fatto: giunge notizia, però, che ci sarà qualcosa di rivoluzionario.

Infatti dalla prossima stagione sulle magliette delle squadre di serie A giungerà la possibilità di applicare un quarto sponsor: la notizia è stata annunciata dal dg dell’Atalanta Pierpaolo Marino, il quale ha dichiarato che gli fa proprio piacere che sia passata la possibilità di scrivere il quarto sponsor che andrà sul retro della maglia.

Nel dettaglio, il quarto sponsor è stato chiesto in primis dal Napoli, e finalmente è passato: si tratta di una buona notizia dal punto di vista calcistico in un periodo storico estremamente difficile di crisi. Infatti, quasi tutte le squadre di serie A sono in rosso, e questo potrebbe essere un incentivo per saldare tutti idebiti.

Aurelio De Laurentiis dopo la bocciatura del quarto marchio commerciale che c’è stata nel mese scorso è stato spinto a dire che voleva andare via da questa lega “impossibile” (quello tra virgolette è una censura): finalmente, però, è stato accontentato.

Si ricorda che è stato proprio il presidente del Napoli a chiedere la modifica dell’articolo 72 delle NOIF nel 2011: lo stesso anno fu una vittoria per lui ottenere l’aumento dello spazio per gli sponsor da 250 a 350 cm².

Comunque, adesso la mozione è stata approvata, anche se non si sa se sarà proprio il meglio per questo campionato: infatti bisogna affermare che i club di Premier League e Bundesliga possono mettere un solo sponsor sulle magliette oltre a quello tecnico e quindi possono vendere meglio i loro spazi, ed inoltre bisogna addizionare l’impatto dell’appeal estetico.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*