ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A > Serie A, settimana difficile per Allegri alla Juventus
Serie A, settimana difficile per Allegri alla Juventus

Serie A, settimana difficile per Allegri alla Juventus

Certo, tutti erano scettici per l’arrivo di Allegri alla Juventus, eppure questo odio nei confronti del nuovo commissario tecnico della squadra bianconera è un po’ esagerato: infatti, anche se la prima settimana è stato davvero difficile, non è il caso di accusarlo di ciò che sta succedendo.

La resistenza degli ultrà bianconeri che erano molto affezionati al vecchio allenatore Antonio Conte sta diventando insopportabile, e tutti contro l’approdo di Allegri alla Juventus: ma non è mica colpa sua se Conte se n’è andato.

E soprattutto non è colpa sua se ha dovuto affrontare una prima settimana così difficile alla guida della Juventus: il buon Massimiliano Allegri proprio non se la immaginava. Purtroppo, da parte sua c’è stata tanta sfortuna e un pizzico d’ingenuità.

Si ricorda che Massimiliano Allegri ha raccolto la ostica e quasi misteriosa eredità del vecchio tecnico juventino, e tutti quelli che erano contro di lui stanno avendo già delle prime soddisfazioni: una di queste è capitata a qualche giorno dalla firma, in uno dei primi allenamenti di Allegri alla Juventus.

In questa situazione, Alvaro Morata gira in modo inopportuno il ginocchio sinistro e becca una brutta distorsione: dopo settimane di trattative, pochi giorni per rovinare tutto, e la bellezza, o la bruttezza di quaranta giorni di stop, con un campionato che comincerà senza di lui.

Ed è davvero un peccato: sembra sfortuna, ma non è niente se non si conta la prima prova per la formazione bianconera, che rimedia una incredibile sconfitta per 3 a 2 contro il Lucento che, si ricorda, è semplicemente una umile rosa del campionato d’Eccellenza, la quale con la sua umiltà batte la Vecchia Signora che ha vinto 3 campionati di fila.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*