ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League > Europa League, l’Hull City sperava in un altro esordio
Europa League, l’Hull City sperava in un altro esordio

Europa League, l’Hull City sperava in un altro esordio

Alex Bruce, tecnico dell’Hull City, ritiene che i suoi ragazzi possano tranquillamente raggiungere i play-off di Europa League nonostante arrivino da un pareggio a reti inviolate contro l’AS Trencin, una squadra slovacca non insormontabile per gli uomini di Bruce.

Le Tigri avrebbero preferito chiaramente battere gli avversari nella loro prima partita europea a Zilina, ma la gara di andata del terzo turno si è chiusa con un nulla di fatto. Pensare che Tom Huddlestone avrebbe potuto segnare l’1-0 per l’Hull ed invece ha visto il suo rigore venire deviato sulla traversa dal portiere avversario che ha strozzato in gola ai tifosi inglesi la gioia del gol.

Ora Bruce spera in un risultato positivo al KC Stadium e per l’Hull non ci dovrebbero essere troppi problemi dato che la partita di giovedì è risultata difficile soprattutto per il fatto i britannici avevano solo un paio di amichevoli nelle gambe rispetto agli avversari.

La gara di Europa League ha permesso comunque all’Hull di far debuttare nel secondo tempo i nuovi acquisti estivi Tom Ince e Robert Snodgrass contro il Trencin. Bruce considera l’Hull una grande squadra che può fare molto bene in Europa, con una panchina lunga che non dovrebbe far sorprendere se ad ogni gara verrà schierata una formazione diversa.

Quest’anno l’Hull City si è reso protagonista in Premier League non solo per le buone prestazioni sportive ma anche a livello societario. Infatti la famiglia Allam proprietaria del club ha indetto un sondaggio per far scegliere ai tifosi se volessero cambiare io nome della squadra in Hull Tigers a puro fine di marketing. Richiesta per ora respinta dalla federazione calcistica britannica.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*