ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Formula 1, si correrà in Australia fino al 2020
Formula 1, si correrà in Australia fino al 2020

Formula 1, si correrà in Australia fino al 2020

Il governo australiano di Victoria ha firmato un nuovo contratto di 5 anni con la Fia che permetterà all’Australia di continuare a correre nel circus della Formula 1 attraverso il suo mitico Gran Premio d’Australia dell’Albert Park, almeno fino al 2020.

Il premier Denis Napthine ha annunciato l’accordo nel corso della giornata di ieri, e pur non volendo dare specifici dettagli sulla parte finanziaria dell’accordo, ha confermato che l’evento rimarrà la gara inaugurale della stagione di Formula 1 e che rimarrà una gara diurna, nonostante il desiderio di Bernie Ecclestone di trasformarla in una gara notturna.

Un annuncio importante per la terra dei canguri che ribadisce come Melbourne e Victoria siano delle città rilevanti all’interno del settore degli eventi sportivi. Secondo Napthine questo contratto quinquennale ha assicurato un ottimo affare per il popolo di Victoria ed ha migliorato quello già in essere.

Il Grand Prix, che è stato ospitato da Melbourne dal 1996, è una patata bollente politica, non solo in termini di preoccupazioni ambientali, compreso l’inquinamento, il rumore e le interruzioni, ma in termini di costo, il governo di Victoria ha dovuto sovvenzionare, infatti, la somma di 28 milioni di sterline nel solo 2013.

Tuttavia il premier di Victoria Napthine ha insistito sul fatto che il nuovo accordo vedrà il sussidio finanziato ridotto e pur non volendo entrare nei dettagli ha detto che il nuovo accordo rappresenta un vantaggio rispetto al vecchio in termini economico – finanziari.

Nephine ha concluso l’intervento sottolineando come l’investimento di denaro nel Gran Premio d’Australia è piuttosto rilevante dato che c‘è grande concorrenza per avere Gran Premi nel circus della Formula 1 e che c’è stata la concreta possibilità che il Gran Premio fosse spostato su un altro circuito.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*