ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League > Europa League: basta D’Ambrosio, l’Inter espugna Kiev
Europa League: basta D’Ambrosio, l’Inter espugna Kiev

Europa League: basta D’Ambrosio, l’Inter espugna Kiev

Come si dice in questi casi, l’importante è il risultato. L’Inter debutta con i tre punti nell’Europa League 2014-15, espugnando Kiev e piazzandosi già al primo posto del Girone F: i nerazzurri infatti vincono 1-0 in casa del Dnipro ed approfitta così del pari a reti bianche fra gli azeri del Quarabagh ed il Saint-Etienne.

Una gara non bella, bisogna dirlo, quella in terra ucraina, dove Mazzarri sceglie inizialmente un 3-5-1-1 con Icardi unica punta, supportata dal colombiano Guarin. A centrocampo D’Ambrosio, Hernanes, M’Vila, Kuzmanovic e Dodo, mentre in difesa troviamo Campagnaro, Vidic e Juan Jesus davanti ad Handanovic.  Ad iniziare meglio sono i padroni di casa, che danno più di qualche grattacapo agli avversari grazie al loro 4-2-3-1 in cui spicca Zozulya come terminale offensivo, assistito dal trio Kravhcenk0-Bruno Gama-Konoplyanka: di occasioni vere e proprie, però, per oltre mezz’ora non se ne vedono.

Ci prova Douglas su cross di Bruno Gama al 33′, ma non inquadra la porta; lo imita 5′ dopo Kuzmanovic che salta più in alto di tutti sul suggerimento di D’Ambrosio ma manda alto. In apertura di ripresa, Inter ad un passo dal vantaggio: D’Ambrosio in scivolata chiama Boyko ad un super intervento, sulla respinta Icardi calcia a botta sicura con Douglas che salva tutto sulla linea. Il Dnipro però non risponde immediatamente: gran tiro a giro di Konoplyanka che sfiora il palo alla sinistra di Handanovic al 61′. Il tecnico livornese finalmente si decide ad inserire un secondo attaccante, Osvaldo, e l’Inter inizia a prendere maggiore possesso del campo: al 68′ episodio decisivo del match con capitan Rotan che si becca il secondo giallo, forse eccessivo, lasciando in 10 contro 11 gli ucraini.

L’Inter ne approfitta subito e sblocca il punteggio al 71′: azione fantastica di D’Ambrosio che entra in area, tunnel su Mazuch e tocco pregevole di punta in anticipo su Boyko. 1-0 e gol partita dell’ex Torino: il Dnipro non riesce, anche a causa dell’inferiorità numerica, ad imbastire un assalto finale, i nerazzurri controllano la gara, crescendo anche nel finale e portando a casa un successo pesante ai fini della qualificazione al secondo turno di Europa League.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*