ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions League: Atletico Madrid, falsa partenza
Champions League: Atletico Madrid, falsa partenza

Champions League: Atletico Madrid, falsa partenza

Inizio in salita per l’Atletico Madrid che, data giustamente per favorita nel Girone A di Champions League (lo stesso della Juventus), è incappata in una sconfitta inattesa: al “Pireo” infatti, la compagine di Pablo Simeone è stata battuta 3-2 da un ottimo Olympiacos che, a leggere i nomi in campo, probabilmente può schierare in campo una delle migliori sue formazioni viste negli ultimi anni.

Un 4-3-3, quello proposto da José Miguel Gonzalez, che ha subito messo in difficoltà Oblak e la sua difesa, con Dominguez, Mitroglu e Maiatis vere spine nel fianco: non a caso, dopo 13′, gli ellenici passano, grazie ad una sventola in diagonale del francese Masuaku che, all’esordio, fulmina il portiere madridista. L’Atletico Madrid è comunque una grande squadra e prova a reagire, ma il colpo di testa di Mandzukic finisce alto di poco al 17′.

L’Olympiacos, anche sospinto da un pubblico caldissimo, si permette pure il lusso di raddoppiare contro i Campioni di Spagna: cross da sinistra di Dominguez, gran velo di Mitroglu e conclusione precisa dell’ex Barcellona Afellay, che timbra il clamoroso 2-0.

L’Atletico Madrid non ci sta e, prima dell’intervallo, riesce perlomeno ad accorciare le distanze, con un colpo di testa di Mandzukic che, lasciato colpevolmente solo in area, aggiunge pepe al resto del match. Nella ripresa però, un’altra doccia gelida sui Colchoneros che, a 15′ dal termine, capitolano: traversone di Kasami da destra, Mitroglu stoppa e, giratosi rapidamente, fredda Oblak per il 3-1 Olympiacos.

All’Atletico non basta il 2-3 firmato da Griezmann a pochi minuti dal 90′: l’Olympiacos compie l’impresa ed affianca la Juventus in testa al Gruppo A di Champions League. L’Atletico Madrid è ora costretta ad inseguire e, proprio contro i bianconeri, dovrà provare a vincere per non complicare il cammino verso gli Ottavi di Finale.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*