ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League > Europa League: antisemitismo in curva, il Partizan a rischio sanzioni
Europa League: antisemitismo in curva, il Partizan a rischio sanzioni

Europa League: antisemitismo in curva, il Partizan a rischio sanzioni

Dopo l’esclusione dalla Coppa UEFA 2007, il Partizan Belgrado rischia grosso nuovamente a causa del comportamento inaccettabile di una frangia dei propri tifosi (se così si possono chiamare): ai tempi, gli incidenti sugli spalti durante il match contro lo Zrinjski Mostar costarono al club bianconero l’espulsione continentale, mentre questa volta è uno striscione a sfondo antisemita a compromettere il cammino del club serbo in Europa League.

In occasione della sfida con il Tottenham (valevole per la prima giornata e conclusa a reti bianche), infatti, nel settore riservato agli ultras serbi, è apparso un cartello che recitava la scritta: “Only Jews and Pussies“, che può essere tradotto con “Solo ebrei e conigli“. Una scritta che si riferisce al fatto che gli Spurs sono molto seguiti dalla comunità ebraica in Inghilterra e non solo.

Un episodio a tinte antisemite che ha disgustato un po’ tutti, ivi compreso lo stesso tecnico del Tottenham Mauricio Pochettino, il quale si è detto schifato e dispiaciuto per una cosa “vergognosa ed inaccettabile, una mancanza di rispetto“. Così come successo in Champions League per gli incidenti avvenuti prima e durante la partita Roma-CSKA Mosca, fuori e dentro lo Stadio Olimpico, la UEFA ha immediatamente dato il via alle indagini di rito sull’accaduto, segnalato proprio dalla dirigenza del club inglese, ed è probabile che applicherà delle sanzioni esemplari.

Il Partizan Belgrado, come detto, rischia grosso: non un’espulsione dall’Europa League, come successo nel 2007, ma una lunga chiusura del proprio stadio (l’FK Partizan) in vista dei prossimi impegni a livello continentale.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*