ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions League: altra frecciata di Benatia alla Roma
Champions League: altra frecciata di Benatia alla Roma

Champions League: altra frecciata di Benatia alla Roma

Come se non bastassero le precedenti uscite critiche nei confronti della sua ex squadra, Mhedi Benatia è tornato a parlare ai microfoni tedeschi, riaprendo ancora una volta il discorso relativo ai rapporti con la Roma e ravvivando una tensione sull’asse romano-bavarese già forte dopo le sue passate dichiarazioni in cui si diceva certo che i tifosi giallorossi non lo avrebbero accolto al meglio in occasione del suo ritorno all’Olimpico da avversario.

Già, perché il Bayern Monaco, nuova squadra del difensore marocchino, è stata inserita, non lo si dimentichi, proprio nello stesso girone di Francesco Totti e compagni.

Questa volta, il ventisettenne non ha risparmiato riferimenti al prestigio ed al valore tecnico della Roma sottolineando come esso sia al top solo a livello italiano, mentre per ottenere successi a livello internazionale, a suo parere, era fondamentale il trasferimento in una squadra di valore mondiale, proprio come il Bayern Monaco. Quasi a voler sottolineare come in Italia, ormai, un giocatore debba accontentarsi di vincere, al massimo, la Serie A, senza guardare fuori dal Belpaese.

Non poteva mancare, poi, una nuova, pesante stoccata al popolo della Roma. Attenzione posta, in questo caso, agli usi ed ai costumi romani, ritenuti dal giocatore identici a quelli dei tifosi marocchini, nel senso che in Italia come nel Paese nordafricano, a suo dire, è difficile per un giocatore poter circolare in strada senza essere continuamente bloccato dai supporters stessi. Nulla a che vedere con il mondo tedesco, con città belle, pulite e confortevoli e senza la pressione mediatica nostrana.

Tutta un’altra vita, quindi, con un unico punto in comune: la presenza di un riferimento sportivo rappresentato da un capitano che è bandiera del proprio club ma mantiene grande modestia. Qui era Francesco Totti, là Philipp Lahm.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*