ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League > Europa League: le italiane sognano l’en plein
Europa League: le italiane sognano l’en plein

Europa League: le italiane sognano l’en plein

La seconda giornata di Europa League ha lanciato in orbita le speranze e le ambizioni delle quattro italiane in corsa: Inter, Fiorentina, Napoli e Torino, pur mostrando luci ed ombre in campionato, nella “piccola Europa” finora non hanno praticamente sbagliato un colpo, imponendosi ai vertici dei rispettivi gironi prima di incrociarsi in campionato nel weekend.

Il Napoli, per esempio, è già capolista solitaria nel Gruppo I: i partenopei hanno espugnato Bratislava, battendo senza troppi patemi d’animo lo Slovan, coronando il ritorno in Slovacchia di Marek Hamsik. Il centrocampista di Rafa Benitez ha aperto le marcature al 35′ con un colpo di testa, sfornando poi l’assist per il 2-0 ad Higuain a 15′ dal termine. Azzurri a quota 6, Sparta Praga e Young Boys a 3, Slovan Bratislava a 0.

Momento di grande sofferenza ed affanno per l’Inter di Walter Mazzarri, dopo le sconfitte pesanti con Cagliari e, ieri sera, proprio Fiorentina: in Europa League perlomeno i nerazzurri, pur senza incantare, hanno superato gli azeri del Qarabag, imponendosi nel Gruppo F. Al Giuseppe Meazza ci pensano D’Ambrosio ed Icardi, l’Inter stacca tutti e se ne va, ma per il resto, sono dolori.

Bene invece la Fiorentina, anche in Serie A: prima del successo al Franchi contro i nerazzurri, i viola di Vincenzo Montella hanno espugnato la Borisov Arena, calando il tris contro la Dinamo Minsk e restando anch’essa a punteggio pieno. I toscani dimenticano le tante assenze vincendo 3-0 grazie ai centri di Aquilani, Ilicic e Bernardeschi: i bielorussi restano fermi a quota 0, a 3 appaiate Giungamp e PAOK.

Infine il Torino che fa il colpo grosso del giovedì: i granata strappano un vitale successo contro il Copenaghen all’ultimo respiro. Decide una rete in pieno recupero di Fabio Quagliarella, bravo a procurarsi un rigore ed a trasformarlo con freddezza, mandando il delirio la Curva Maratona e l’intero Stadio Olimpico: la compagine di Ventura salgono così a quota 4, affiancando il Bruges e tenendosi dietro sia i danesi che l’Helsinki. Il passaggio del turno di Europa League non è più solo un sogno.


About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*