ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Juventus, stasera è d’obbligo vincere
Juventus, stasera è d’obbligo vincere

Juventus, stasera è d’obbligo vincere

La Juventus scende stasera in campo nella sfida decisiva contro l’Olympiacos. Bisogna conquistare i tre punti per continuare l’avventura in Champions League.

In mancanza di una vittoria contro i greci per i bianconeri tutto diverrebbe più complicato. Infatti in testa al girone troviamo Atletico Madrid e proprio l’Olympiacos a sei punti, con la Juve ferma a quota tre.

Naturalmente la squadra di Allegri dovrà vincere pure a Malmoe e non perdere contro gli spagnoli dell’Atletico di Simeone. Ma per il momento diventa fondamentale battere i greci.

Allegri non crede in una Juventus a cui manca il Dna europeo:

“Per migliorarlo bisogna rimanere sereni e non farsi travolgere da quello che si dice all’esterno, cioè che questa squadra ha il complesso dell’Europa. É una squadra che ha giocato molte finali, anche se ne ha vinte poche rispetto quelle che ha giocato. Dobbiamo dare grande intensità alla partita: in 95 minuti ci giochiamo quasi tutto. È obbligatorio vincere”.

Dubbi sulla squadra che scenderà in campo questa sera:

“Non c’è da inventare niente, vediamo come stanno Ogbonna e Asamoah. Ma Padoin può giocare esterno sinistro, è uno affidabile sul piano tecnico, ma soprattutto tattico”.

Ecco di seguito le probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera allo Juventus Stadium:

JUVENTUS (3-5-2): 1 Buffon; 5 Ogbonna, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 6 Pogba, 37 Pereyra; 10 Tevez, 9 Morata.

Allenatore: Massimiliano Allegri

A disposizione: 30 Storari, 39 Marrone, 20 Padoin, 8 Marchisio, 22 Asamoah, 12 Giovinco, 14 Llorente

OLYMPIACOS (4-2-3-1): 16 Roberto; 14 Elabellaoui, 3 Botia, 22 Abidal, 26 Masuaku; 2 Maniatis, 5 Milivojevic; 11 Kasami, 10 A. Dominguez, 6 Afellay; 7 Mitroglou.

Allenatore: Michel

A disposizione: 42 Megyeri, 8 N’Dinga, 9 Durmaz, 17 Diamantakos, 19 David Fuster, 20 Giannoulis, 24 Avlonitis


About Alessandro Mancuso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*