ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > La Juve soffre ma batte l’Olympiacos
La Juve soffre ma batte l’Olympiacos

La Juve soffre ma batte l’Olympiacos

La Juventus vede le streghe Champions ma alla fine riesce a ribaltare il momentaneo 1-2 e vincere, e continuare così l’avventura in Europa.

Il 3-2 sull’Olympiacos arriva alla conclusione di una partita con tante emozioni che ha permesso ai bianconeri di risollevarsi proprio nel momento in cui era prossima al baratro.

Pogba è stato decisivo mentre rimane il rimpianto per il rigore fallito in pieno recupero da Vidal che poteva portare la Juventus in vantaggio in termini di differenza reti.

Molto possesso palla nel primo tempo che non basta per creare occasioni da gol, e pertanto la Juve si deve affidare alla solita punizione di Pirlo che non dà scampo a Roberto.

La gioia per il vantaggio dura però soltanto 3 minuti, con Botìa che di testa anticipa Chiellini e batte Buffon.

Il primo tempo si chiude in parità.

A inizio ripresa la Juve cerca di spingere ma è N’dinga a trovare il raddoppio che gela lo Stadium.

La Juve non ci sta, ed anche con un po’ di fortuna, in soltanto 2 minuti ribalta il risultato.

Prima l’autorete di Roberto e quindi Pogba che realizza il terzo gol con un destro dal limite.

La partita finisce con il rigore di Vidal parato da Roberto con l’aiuto della traversa.

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, intervistato da Sky, ha commentato la vittoria:

“Rigore per il 4-2? Era importante, ma purtroppo l’abbiamo sbagliato. Quella di stasera è stata una bella vittoria, i ragazzi l’hanno meritata. Abbiamo sbagliato molto in fase offensiva, ma era importante vincere. Modulo? L’avevamo già provato a inizio campionato, poi per non togliere certezze al gruppo siamo tornati alla difesa a tre portando delle modifiche nella costruzione della manovra. Stasera i ragazzi hanno fatto molto bene e sono contento di quello che abbiamo fatto. La squadra ha costruito molto, ma a mezz’ora dalla fine eravamo eliminati. Ora, invece, siamo ancora in corsa anche per il primo posto”.


About Alessandro Mancuso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*