ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Il derby di Milano,le considerazioni
Il derby di Milano,le considerazioni

Il derby di Milano,le considerazioni

L’attesissimo derby di Milano è ormai terminato da diverse ore e come è giusto che sia, si sono andati a formare due schieramenti : quelli a cui la partita è piaciuta e quelli a cui il match milanese ha annoiato.

Tra quelli che hanno gradito la partita spicca su tutti l’ex presidente interista Massimo Moratti che ha elogiato il neo tecnico Roberto Mancini, ritenendo che il nuovo mister si è comportato molto bene dovendo affrontare la sua “prima” nuova panchina nerazzurra proprio in una partita molto ostica e sentimentalmente complicata come il derby.

Tra gli scontenti per l’esito della gara ci sono di sicuro i milanisti che si aspettavano qualcosa in più dai propri idoli. Tra i fattori che più amareggiano di il pubblico rossonero, ci sono l’assenza completa del bel gioco divertente e vivace visto solo ad inizio campionato e la mancanza di una vittoria che ormai manca dal lontano 19 Ottobre, partita vinta per 3-1 sul campo del Verona.

Tra i problemi di entrambe le società milanesi, spicca la difficoltà di andare a rete ed in particolare si sono andati a delineare due fattori ben precisi che vedono un Inter totalmente Icardi dipendente ed un Milan Menez dipendente, con un Torres che corre tantissimo ma che non fa quello che dovrebbe e cioè segnare.

Inoltre andando meglio ad analizzare il derby milanese, sono tanti i protagonisti dell’incontro che lasciano perplessi su entrambi i fronti. Per quanto riguarda l’Inter in particolare :

Guarin : si vede solo a tratti e come sua abitudine spesso preferisce la potenza alla precisione.

Kovacic : forse la sua peggiore prestazione di questa stagione,la fascia era tutta per lui ma non riesce a sfruttarla.

Hernanes : il profeta viene spedito in campo nel secondo tempo, ma la differenza non la nota nessuno.

Mentre per il Milan :

Muntari : regala una palla gol ad Icardi, gioca come sempre mettendoci il cuore ma purtroppo come spesso gli capita, entra troppo duramente sugli avversari

El Shaarawy : inizia regalando l’assist del gol a Menez e potrebbe essere il migliore in campo se solo al 30′ del secondo tempo,a porta spalancata, centrasse la rete e non la traversa

Honda : entra nel secondo tempo, ma sembra totalmente un altro giocatore rispetto a quello visto ad inizio campionato.

In conclusione si può dire che il risultato del derby ha dato solo continuità al periodo mediocre di entrambe le squadre e non ci resta che sperare che il prossimo derby venga giocato per guadagnarsi un posto in Europa.


Loading...

About Angelo Corrente

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*