ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Champions: ecco le “magnifiche 16” degli ottavi
Champions: ecco le “magnifiche 16” degli ottavi

Champions: ecco le “magnifiche 16” degli ottavi

Il quadro è finalmente completo: dopo la fase a gironi, la Champions League fa alzare il sipario sugli ottavi. Le “magnifiche 16” sono pronte a darsi battaglia, con il comune obiettivo di arrivare più avanti possibile e raggiungere Il Sogno: la finale di Berlino del 6 giugno ’15.

E la terra di cui Berlino è capitale vanta il maggior numero di club nella fase a eliminazione diretta: Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Bayer Leverkusen e SChalke 04 rappresenteranno di fatto la Bundesliga nel sorteggio del 15 dicembre a Nyon.

Tre club a testa per Inghilterra e Spagna, rispettivamente Chelsea, Arsenal e Manchester City (fresco “killer” della Roma nell’ultima giornata) e Barcellona, Real e Atletico Madrid (queste ultime due finaliste della scorsa edizione).

Anche la Francia, con Monaco e PSG, riesce a far meglio dell’Italia, che sarà rappresentata unicamente dalla Juventus, dopo la retrocessione della Roma in Europa League. Si sa già che, da secondi del girone, i campioni d’Italia si troveranno probabilmente di fronte uno degli squadroni del Vecchio Continente.

Una sola squadra italiana, ma ben tre allenatori “tricolore” arrivano agli ottavi: oltre a Massimiliano Allegri, Carlo Ancelotti (Real) e Roberto Di Matteo (Schalke 04) che la Champions l’hanno già vinta, nel passato più o meno recente. Chiudono il quadro Porto, Basilea e Shakhtar in rappresentanza di Portogallo, Svizzera e Ucraina.

Ecco quindi come saranno composte le urne del sorteggio di lunedì:
Prime classificate (teste di serie agli ottavi di Champions): Atletico Madrid (Spa), Real Madrid (Spa), Monaco (Fra), Borussia Dortmund (Ger), Bayern (Ger), Barcellona (Spa), Chelsea (Ing), Porto (Por).
Seconde classificate: JUVENTUS (Ita), Basilea (Svi), Bayer Leverkusen (Ger), Arsenal (Ing), Manchester City (Ing), Psg (Fra), Schalke (Ger), Shakhtar (Ucr).

Alessandro Liburdi


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*