ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Sannino se ne va, il Catania richiama Pellegrino
Sannino se ne va, il Catania richiama Pellegrino

Sannino se ne va, il Catania richiama Pellegrino

Advertisement

Salta un’altra panchina in serie B. Se l’esonero di Iaconi a Brescia era un po’ nell’aria, in questo caso bisogna scomodare gli annali e parafrasare l’ormai proverbiale esclamazione «clamoroso al Cibali!». A Catania, infatti, il tecnico Beppe Sannino ha rassegnato le sue dimissioni.

Il mister ex Siena e Watford era stato additato alla dirigenza come responsabile unico delle sconfitte esterne degli etnei, ma durante la settimana di preparazione alla gara interna col Brescia non ha potuto mai vedere il presidente Pulvirenti per un serio confronto; da qui la decisione di salutare la squadra al termine della rifinitura mattutina.

Al posto di Sannino torna in panchina Maurizio Pellegrino, che aveva allenato i rossoazzurri nei primi tre turni, e che una volta esonerato da Pulvirenti era tornato a gestire l’attività del vivaio. Con Sannino lasciano la città etnea anche il vice Giovanni Cusatis e il collaboratore tecnico Francesco Troise.

La situazione a Catania resta tesa: domani i tifosi della Nord, in piena protesta contro il metodo di preparazione di Ventrone e contro l’operato del dg Cosentino, non entreranno allo stadio. Ora tocca al presidente Pulvirenti, già più volte contestato, riprendere in mano le redini della società.

«Mi dimetto – ha dichiarato il tecnico affidando poche parole a un comunicato della società – per dare serenità all’ambiente. Ringrazio la città di Catania, i tifosi rossazzurri, i calciatori, che sono stati straordinari, la società, i magazzinieri, i massaggiatori e tutto il personale al lavoro a Torre del Grifo».

Il bilancio di Sannino era stato finora altalenante: con il toscano in panchina il Catania ha giocato 15 partite collezionando 5 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte, ed è ora invischiato in piena zona play-out a 20 punti, con appena 5 punti di vantaggio sul Cittadella ultimo. Tra l’altro, il Brescia è a 19 punti: tira aria di scontro diretto, sabato, al Massimino.

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*