ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Giro d’Italia 2015, probabile presenza di cinque team italiani
Giro d’Italia 2015, probabile presenza di cinque team italiani

Giro d’Italia 2015, probabile presenza di cinque team italiani

Presentato ufficialmente lo scorso ottobre, il Giro d’Italia 2015 sta già da tempo mettendo in moto la sua enorme macchina organizzativa in vista del mese di maggio. Svelati tutti i profili altimetrici, ciò che interessa ora agli appassionati è sapere quali formazioni prenderanno il via della Corsa Rosa.

Con i diciassette team WorldTour (contro i diciotto dell’ultima stagione) invitati di diritto, quali saranno le wild card che saranno premiate dagli organizzatori con la partecipazione al primo Grand Tour stagionale? Il direttore di RCS Sport Mauro Vegni chiarisce le cose e, in un’intervista rilasciata a Cyclingnews, lascia intendere che tutti i team Professional italiani avranno la possibilità di essere al via.

Cinque saranno, infatti, gli inviti assegnati e, poiché le formazioni azzurre della seconda categoria del ciclismo sono quattro, sarà permesso loro di avere una priorità rispetto alle altre. Si tratta di Androni-Venezuela, Bardiani-Csf, Neri-Yellow-Fluo e la novità Fantini-Nippo-De Rosa, che andranno ad aggiungersi all’unica WT italiana ammessa di diritto, la Lampre-Merida.

Se i nostri team possono quindi dormire sonni relativamente tranquilli, bisognerà a questo punto interrogarsi su quale sarà la quinta squadra premiata dall’organizzazione. Con la MTN-Qhubeka che si è di fatto già chiamata fuori – perché in odore di un assai probabile invito al Tour de France – a giocarsi la poltrona saranno: la francese Europcar, estromessa dal WorldTour 2015 per motivi economici, ma con una rosa assolutamente in grado di ben figurare; la Colombia, che già ha preso parte al Giro nell’ultima edizione, non vincendo alcuna tappa ma mettendosi ripetutamente in mostra in ogni occasione; la statunitense UnitedHealthcare, che non vi ha mai preso parte, ma ha allestito una squadra di buon livello, con tre italiani più l’esperto direttore sportivo Roberto Damiani; la spagnola Caja Rural – Seguros RGA.

Staremo a vedere su chi cadrà la decisione  – che sarà resa nota a gennaio – da parte di RCS Sport.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*