ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, i risultati della 23esima giornata
Serie B, i risultati della 23esima giornata

Serie B, i risultati della 23esima giornata

Tutto uguale in vetta. Questo, il responso principale della 23esima giornata di B, che sarà completata dal posticipo delle 12.30 tra Modena e Virtus Lanciano, con i frentani che possono scalare ancora posizioni nella volata per la massima serie A.

Vincono le prime due, le emiliane Carpi e Bologna. I biancorossi di Castori, ieri squalificato, sbancano Varese 0-1 e si riprendono i 3 punti che mancavano da qualche giornata. Decisivo, manco a dirlo, Jerry Mbakogu al 24’: dodicesimo gol stagionale per l’attaccante nigeriano e tre punti in cascina.

Vittoria col brivido per il Bologna di Diego Lopez, che a Chiavari rimonta la Virtus Entella e centra il quarto successo di fila. Rossoblù sempre più proiettati nei piani alti, anche se Mazzarani al 41’ prova lo scherzetto; Oikomonou riequilibra proprio poco prima dell’intervallo, e al 48’ Russo devia nella propria porta un tiro sporco di Laribi.

Subito dietro ora c’è il Livorno che, complice il pareggio tra Frosinone e Spezia, si regala il terzo posto grazie al convincente 4-2 contro il Brescia dell’esordiente tecnico Giunta. Le Rondinelle vanno in vantaggio con Corvia al 7’, poi si scatenano gli amaranto a segno con Jelenic al 15’, Siligardi al 29’ e Gonnelli al 55’ (primo gol in carriera); accorcia le distanze Sestu al 59’, e poi Djokovic sigilla il risultato al 90’.

Si diceva del pari tra Frosinone e Spezia: al Matusa finisce 1-1. I ciociari non sanno più vincere e dopo il gol di Ciofani al 18’ (nono stagionale) si fanno riagguantare da Gagliardini al 55’. Viste le ambizioni di classifica, il pari sta un po’ stretto a entrambe le formazioni.

Clamoroso al Partenio: l’Avellino scivola contro il fanalino Cittadella e spreca l’aggancio alla quarta piazza. Succede tutto nel primo tempo: doppio vantaggio veneto con Stanco al 26’ (grossa indecisione del portiere Gomis) e rigore di Ghirardi al 42’, accorcia le distanze Regoli al 44’. Inutile il forcing finale irpino.

Altra sconfitta interna avviene a Pescara: la Ternana di Tesser, rimasto in panchina nonostante la notizia di un grave lutto familiare, fa il colpaccio all’Adriatico. Apre l’autogol di Zampano al 2’, riequilibra l’islandese Bjarnason al 9’, match point di Ceravolo al 70’. I rossoverdi umbri agguantano proprio gli abruzzesi.

A pari punti con queste due squadre c’è il Vicenza, che al Menti strapazza 3-0 il Trapani dell’ormai ex Mancosu, ormai in procinto di andare a Bologna. I gol sono di Brighenti al 7’, Di Gennaro al 40’ e Moretti all’81’.

La lotta salvezza si fa spumeggiante e smuove il fondo paludato della classifica. Finisce 1-1 la gara del Curi tra Perugia e Bari: a De Luca al 12’ risponde l’ex leccese Giacomazzi al 70’. Per lui un gol che vale tanto orgoglio. Le due squadre proveranno comunque a risollevarsi per finire la stagione in posizione tranquilla.

Importantissima vittoria per il Crotone nello scontro diretto col Latina: allo Scida finisce 2-1, per le reti di Ciano (rig.) al 41’, Valiani al 44’ e Torregrossa al 73’.

Nell’anticipo di venerdì, il Catania aveva letteralmente asfaltato la Pro Vercelli: 4 calci alla crisi, per i rossoazzurri di Marcolin, che ha centrato così la prima vittoria sulla bollente panchina etnea. Doppietta di bomber Calaio al 6’ e al 16’ (rig.), Rosina al 33’ e Maniero al 58’ (primo gol sotto l’Etna per l’ex Pescara) i gol che ridanno speranza a una squadra messa in crisi da una stagione fin qui disastrosa.

Classifica.

Carpi 46; Bologna 40; Livorno 37; Frosinone e Spezia 35; Lanciano e Avellino 33; Pescara, Vicenza, Ternana e Pro Vercelli 31; Perugia e Trapani 30; Modena 28; Bari 27; Brescia 26; Virtus Entella 25; Catania e Crotone 24; Cittadella 23 e Varese 23; Latina 21.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*