ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Che esordio shock: 6 gol subiti, bye bye contratto!
Che esordio shock: 6 gol subiti, bye bye contratto!

Che esordio shock: 6 gol subiti, bye bye contratto!

Un esordio da incubo. Talmente orribile da costare al malcapitato portiere la rescissione del contratto. Il portiere tedesco Arvid Schenk di sicuro non dimenticherà mai più l’esordio tra i pali dell’FC Dundee, squadra di lungo corso del campionato scozzese: 6 gol incassati e stipendio stralciato.

Un esordio così memorabile che meriterebbe la copertina di Striscia lo Striscione, la rubrica di Cristiano Militello in onda il lunedì su Canale 5, se non fosse che le papere di quest’ultimo difensore gli sono costati addirittura la permanenza in squadra.

Schenk, portiere 25enne, era arrivato in Scozia dopo aver visto le maglie (non sempre da titolare) di diverse squadre tedesche – Hansa Rostock, St. Pauli e Wolfsburg. Dopo alcuni mesi di panchina, qualche giorno fa, Schenk ha avuto la sua occasione, subentrando dal primo minuto al titolare Letheren, che aveva incassato 3 gol evitabilissimi contro il St. Mirren, fino ad allora a secco di vittorie in campionato.

L’occasione è venuta nel derby contro il Dundee United. Pronti via, e il tedesco subisce gol dopo 40 secondi. Se il buongiorno si vede dal mattino, la partita aveva il piombo in bocca. E infatti il prosieguo è stato a dir poco grottesco: il portiere teutonico ha incassato addirittura 6 gol (mai, nella sua storia, il Dundee FC aveva preso tante reti contro i rivali cittadini) e la partita è terminata 6-2!

Un esordio che è costato carissimo al tedesco, tanto che da quel giorno il titolare è diventato il 23enne Bain e lui, Arvid Schenk, è stato ufficialmente cacciato dalla squadra.

Ora svincolato, il ragazzo proverà a rifarsi altrove, ma certo la nomea che si è fatto in terra britannica non è delle migliori e rischia di pregiudicargli la carriera. Almeno per un po’, giusto il tempo di far dimenticare le 6 pappine prese all’esordio.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*