ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Mondiali Sci Alpino, Reichelt oro nel Super G. Male gli azzurri
Mondiali Sci Alpino, Reichelt oro nel Super G. Male gli azzurri

Mondiali Sci Alpino, Reichelt oro nel Super G. Male gli azzurri

Annullata ieri a causa di una forte nevicata che ha colpito l’area attorno alle piste di Vail e Beaver Creek, è stata recuperata oggi la gara del Super G maschile, seconda prova del Campionato del Mondo di sci alpino di scena in Colorado, Stati Uniti.

Medaglia d’oro vinta dall’austriaco Hannes Reichelt, riuscito ad attraversare la pista in 1.56.68. Per il trentaquattrenne sciatore, comunque tra i più in forma del cast di partenti – prova ne è la vittoria in Coppa del Mondo a Wengen di appena due settimane fa – è comunque il risultato più alto della sua carriera dopo l’argento conquistato a Garmish nel 2011.

Grande sorpresa in seconda posizione, con il canadese Dustin Cook che va a conquistare una insperata medaglia d’argento: 1.15.79 il suo crono, a 11 millesimi, dunque, dal nuovo campione del mondo. Parziale sorpresa anche sull’ultimo gradino del podio perché il francese Adrien Theaux riesce a far meglio di due colossi come il norvegese Kjetil Jansrud – dominatore della corrente stagione di Coppa del Mondo – e l’austriaco Mathias Mayer, soffiando loro il bronzo. Buona la prova – quinto crono – per Axel Luke Svindal, al rientro dopo un lungo periodo lontano dalle piste.

Ci si aspettava sicuramente di più dagli azzurri. Annunciato in ottima forma, non è riuscito ad entrare neppure in top ten Dominik Paris: nessun errore grave commesso dal ventiseienne di Merano, ma una velocità non altissima l’ha costretto a chiudere a 0.80″ dal leader, compromettendo, così, eventuali ambizioni di alta classifica. Stesso tempo per Matteo Marsaglia, partito col pettorale numero due. Per entrambi un quattordicesimo posto finale che poco deve soddisfarli.

Peggio di loro hanno fatto Kristof Innerhofer, diciottesimo, che ha confermato la sua non brillantissima condizione, chiudendo a 1.34 dal vincitore e manifestando il suo poco feeling con la neve statunitense, e Werner Heel, quarto degli azzurri e ventiseiesimo finale a 1.85 da Reichelt.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*