ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > A Madrid tutti fermi per il derby: c’è Atletico-Real
A Madrid tutti fermi per il derby: c’è Atletico-Real

A Madrid tutti fermi per il derby: c’è Atletico-Real

È il derby di Spagna, forse il derby d’Europa. Lo è stato nel maggio 2014, quando ad aggiudicarselo furono gli uomini in camizeta blanca di Carlo Ancelotti. Ma di sicuro, anche se valido ‘solo’ per la Liga, il derby di Madrid tra Real e Atletico non perde il suo magnifico fascino.

Le due squadre arrivano all’appuntamento dopo aver rifilato 2 goleade rispettivamente all’Eibar in trasferta (1-3 dei colchoneros) e alla Real Sociedad (4-1 il risultato del Bernabeu). In settimana gli ancelottiani avevano anche livellato il Siviglia nel recupero di campionato, 2-1 tra le mura amiche.

Il tecnico italiano però è alle prese con diverse e importanti defezioni: mancheranno infatti Pepe, Ramos, Modric e James Rodriguez (per lui stop di almeno due mesi), oltre allo squalificato Marcelo. Non il massimo, per tentare il colpaccio al Calderon.

In una difesa da inventare la più probabile sembra quella con Carvajal, Varane, Nacho e Coentrao. Un esame di maturità importantissimo soprattutto per i due centrali madridisti: Varane sinora titolare in Liga solo 9 volte e Nacho appena 2 dovranno vedersela con il pericolo tandem rossobiancoblu composto da Mandzukic e Griezmann (8 reti nelle ultime 6 per ‘Le Petit Diablo’ francese).

Simeone invece non ha infortunati e squalificati, e può contare anche su Torres inizialmente in panchina che, nell’ultimo Real-Atletico ha segnato per ben due volte. In questa stagione il Cholo è un’autentica bestia nera di Ancelotti, e ha fatto ampio tesoro della finale Champions di Lisbona dello scorso anno: da allora infatti i colchoneros hanno sempre chiuso imbattuti le partite col Real.

In questa stagione 5 sfide finora, 3 vittorie per Simeone e 2 pareggi, la Supercoppa di Spagna in mostra al Calderon e Real eliminato negli ottavi di Copa del Rey e sconfitto in Liga al Bernabeu. Oggi pomeriggio in riva al Manzanarre c’è il sesto atto di una sfida infinita, che potrebbe continuare, chissà, anche in Champions.

Per ora il Real è in testa alla Liga, con 7 punti di vantaggio sui cugini rivali: andare a +10 costringerebbe i campioni uscenti a dire addio al campionato. Ma l’Atletico non ci sta, e il Calderon già ribolle.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*