ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Slittino, bronzo mondiale per Oberstolz-Gruber
Slittino, bronzo mondiale per Oberstolz-Gruber

Slittino, bronzo mondiale per Oberstolz-Gruber

Se aspetta ancora una medaglia, francamente miracolosa, dai Mondiali di Sci alpino di Vail-Beaver Creek, l’Italia può consolarsi con lo slittino: nella disciplina che fino a poco tempo fa era dominio – quasi – incontrastato dell’altoatesino Armin Zoeggeler, è arrivata la bella gioia del bronzo della coppia Oberstolz-Gruber, ai mondiali di slittino di Sigulda.

Gli azzurri si sono piazzati dietro ai due olimpionici tedeschi Wendl-Arlt, e agli austriaci Penz-Fischler. Per i due veterani della Nazionale, 37 anni per entrambi, è il secondo podio mondiale dopo quello di Cesana 2011. Era invece da Altenberg 2012 che l’Italia non centrava un piazzamento iridato considerevoli: allora fu, manco a dirlo, Zoeggeler a conquistare il bronzo.

Oberstolz e Gruber hanno corso due manches molto regolari: 42”066 e 42”091 i loro tempi, a 257 millesimi di distacco dai campioni e a 121 dagli austriaci secondi. Premiata la loro costanza, con partenze non eccelse ma grandi recuperi nella parte bassa della pista.

I due azzurri sono riusciti a rimontare anche l’altra coppia tedesca Eggert-Benecken: alla fine della prima tornata, i due italiani erano addirittura quarti. Poi, il recupero e la gioia. La pista lettone porta bene a Oberstolz e Gruber, che qui hanno conquistato 4 delle loro 15 vittorie in Coppa, l’ultima l’anno scorso prima delle Olimpiadi di Sochi.

Ottima complessivamente la prova della nazionale azzurra: quinti sono arrivati i giovani Ludwig Rieder e Patrick Rastner, che hanno chiuso a 418 millesimi dall’oro; quattordicesimi la coppia Florian Gruber-Simon Kainzwaldner, a 1”591.

Oggi il Mondiale di slittino prosegue con le donne (Voetter e Robatsher, pochissime speranze di medaglia), mentre domani è previsto il singolo con i cugini Dominik e Kevin Fischnaller e la staffetta. Aspettando lo sci, occhio allo slittino.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*