ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B: Catania-Crotone 1-1 all’ultimo respiro
Serie B: Catania-Crotone 1-1 all’ultimo respiro

Serie B: Catania-Crotone 1-1 all’ultimo respiro

La cura Marcolin a Catania pareva funzionare bene: due vittorie consecutive. Prima di ieri… Nel posticipo della 26esima giornata di serie B, giocato al Massimino, i rossoazzurri etnei incappano in un pareggio casalingo contro il Crotone ultimo in classifica, e rinviano almeno per una notte i propositi di rimonta.

Ed è un pareggio che gli uomini di Marcolin ottengono solo allo scadere, al 92’ inoltrato, con Castro, dopo aver ballato sul filo dell’inferno per tutta la partita: i calabresi avevano infatti sbloccato il risultato con un gol lampo, dopo appena 4 minuti, di Ernesto Torregrossa.

L’attaccante 22enne in forza al Crotone, che ha sangue siciliano nelle vene viste le origini nissene, raccoglie un traversone di Dezi sul secondo palo e lascia sul posto Mazzotta e Coppola. La giovane punta non maschera l’aria di derby e non tradisce le attese: è il terzo gol nelle ultime quattro partite.

Dopo il vantaggio, la squadra di Drago si chiude a riccio, difendendo in nove uomini la propria metà campo, e lascia tutto il pallino al Catania che come un pugile ferito reagisce e comincia a suonare: prima l’ex Bari Sciaudone coglie la traversa, poi il portiere Cordaz – il migliore in campo – nega il gol in sequenza ancora a Sciaudone, a Schiavi (intervento di puro istinto) e volando anche sull’incornata potente di Maniero.

Il pressing rossoazzurro è asfissiante, ma non sortisce effetti; il Crotone gioca la sua partita, ordinata e giudiziosa. Fino all’ultimo pallone. Marcolin getta nella mischia Castro e Martinho a rinforzare l’attacco, mentre gli ospiti si affidano al contropiede per chiudere la gara: Torregrossa ha l’occasione giusta, ma Gillet lo immobilizza.

E alla fine è Castro, entrato dalla panchina, a rimettere le cose a posto colpendo di testa l’angolo di Rosina al 92’. I catanesi tirano un sospiro di sollievo, mani nei capelli per il Crotone che aveva accarezzato il sogno del colpaccio per una partita intera. Schiaffo restituito: anche all’andata era finita 1-1, ma ad andare in vantaggio era stato il Catania. Dopo un girone, nulla è cambiato.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*