ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Kuurne-Bruxelles-Kuurne, sprint magistrale di Cavendish!
Kuurne-Bruxelles-Kuurne, sprint magistrale di Cavendish!

Kuurne-Bruxelles-Kuurne, sprint magistrale di Cavendish!

Mark Cavendish conquista la Kuurne-Bruxelles-Kuurne 2015. Il britannico si rende protagonista di una volata magistrale, coronata da uno splendido successo davanti ad Alexandre Kristoff (Katusha) ed Elia Viviani (Team Sky).

Dopo il pasticcio di ventiquattro ore fa degli Etixx-QuickStep alla Omloop Het Nieuwsblad, compito odierno per la formazione di Patrick Lefevere era non farsi sfuggire in malo modo l’ennesimo successo a portata di mano. Sono loro, infatti, a controllare la corsa per tre quarti di gara.

Va via la fuga – con all’interno corridori di secondo piano ed un solo italiano, Mattia Pozzo (Nippo-Fantini) – ma la formazione belga non lascia fare e, una volta transitati sul Kwaremont, va a riprenderli, dando vita ad un forcing che spezza il gruppo.

Davanti rimangono in diciannove: tra loro, Tom Boonen con quattro compagni di squadra, Philippe Gilbert (Bmc), Sep Vanmarcke (LottoNL-Jumbo) ed un italiano, Elia Viviani. Boonen e Gilbert si mostrano tra i più generosi per tentare di serrare definitivamente la strada a chi insegue. Ma non tutti danno lo stesso apporto e così, a circa venticinque chilometri alla conclusione, avviene il ricongiungimento ed è tutto da rifare. Poco altro accade, se non un bel colpo da finisseur tentato dall’ex iridato Gilbert dai meno quattro all’ultimo chilometro.

In volata Cavendish dimostra le sue grandi qualità e non ce n’è per nessuno. Dietro di lui Kristoff e, soprattutto, Elia Viviani, partito forse troppo indietro nello sprint finale, ma poi bravo a giocarsela con i due mostri delle volate.

Buona la prova degli italiani, che questa corsa non sono mai riusciti a vincerla: oltre al terzo posto di Elia Viviani, va segnalato il quinto di Daniele Colli, l’ottavo di Kristian Sbaragli (MTN Qhubeka), il migliore di una squadra che schierava anche Edvald Boasosn Hagen, Tayler Farrar e Gerald Ciolek, ed il decimo di Matteo Pelucchi (Iam Cycling).

Per il corridore dell’Isola di Man – che non ha esitato a ringraziare, dopo aver tagliato il traguardo, la squadra per il lavoro svolto durante la giornata – si tratta del secondo successo nella semiclassica belga ed il sesto centro di una stagione iniziata sotto i migliori auspici. I pretendenti alla Sanremo sono avvisati!


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*