ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tirreno-Adriatico, tappa e maglia per Van Avermaet
Tirreno-Adriatico, tappa e maglia per Van Avermaet

Tirreno-Adriatico, tappa e maglia per Van Avermaet

Advertisement

Colpo doppio di Greg Van Avermaet alla Tirreno-Adriatico 2015. Il corridore belga in forza alla BMC conquista la terza tappa con arrivo ad Arezzo e diventa anche il nuovo leader della classifica generale.

Dopo la partenza da Cascina parte la fuga composta da Nicola Boem (Bardiani – CSF), Danilo Wyss (BMC), Carlos Quintero (Colombia), Chad Haga (Giant – Alpecin) e Rick Flens (Lotto NL – Jumbo). I fuggitivi prendono il largo ed arrivano ad accumulare un vantaggio prossimo al quarto d’ora.

A condurre l’inseguimento ci  pensa la Tinkoff-Saxo, intenzionata a condurre allo sprint Peter Sagan: il vantaggio scende lentamente e gli ultimi ad arrendersi, Boem e Haga, si rialzano quando mancano meno di venti chilometri all’arrivo.

La corsa va avanti fino alla salitella finale, dove il forcing della Bmc non permette ai corridori delle altre compagini di allungare. In  prossimità del traguardo, Van Avermaet parte per lo sprint e, sul filo dei centimetri, riesce a battere Peter Sagan, all’ennesimo secondo posto, e Zdenek Stybar (Etixx-Quick Step), recente vincitore delle Strade Bianche.

Il leader alla partenza Adriano Malori (Movistar) arriva col gruppo principale formato da poco più di cinquanta corridori, ma in virtù degli abbuoni è costretto a cedere il primato in classifica al vincitore odierno. Nessun problema da parte degli uomini di classifica.

In classifica generale ora Van Avermaet guida con 2″ di vantaggio su Peter Sagan e 8″ su Adriano Malori, unico azzurro in top ten.

Nella conferenza stampa post-gara, il belga esprime tutta la sua felicità per il successo ottenuto su un palcoscenico così importante: “Bello avere tutti alle mie spalle”, afferma, sognando ora di poter competere con gli avversari per la conquista della Milano-Sanremo.

Qui il video della tappa.

https://www.youtube.com/watch?v=2v8PbflMtlE

La frazione prevista per domani è la lunga Indicatore – Castelraimondo: 226 i chilometri da percorrere, costellati di numerosi saliscendi e della doppia ascesa al Crispero che, situata poco prima del traguardo, toglierà di mezzo gli sprinter dalla vittoria finale. Qui in basso l’altimetria della frazione.

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*