ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, lo Spezia schianta il Livorno 3-0
Serie B, lo Spezia schianta il Livorno 3-0

Serie B, lo Spezia schianta il Livorno 3-0

Lo Spezia di Bjelica fa sul serio e, nell’anticipo della 31esima di serie B, livella il Livorno 3-0. Succede tutto nella ripresa, e la sconfitta mette in seria difficoltà il tecnico dei toscani Gelain, per il quale la rincorsa alla promozione si complica ulteriormente, visto il traffico in classifica: ora il Livorno è sesto a 47, incalzato proprio dallo Spezia a 46.

I bianconeri, come detto, la risolvono tutta dopo l’intervallo. Alla pausa si era andati dopo un primo tempo giocato ad armi pari da entrambe le squadre. Due le occasioni da segnalare, entrambe di marca ligure: al 34’ Giannetti colpisce di testa su punizione tagliata di Brezovec, ma Mazzoni è formidabile nel respingere la palla sulla parte alta della traversa.

Al 40’ poi i padroni di casa reclamano un rigore, abbastanza evidente, per fallo di Emerson su Catellani: non dello stesso avviso l’arbitro Maresca che ammonisce il bomber bianconero per simulazione.

Al rientro degli spogliatoi la musica cambia: in tre minuti lo Spezia cambia volto alla partita e trova un micidiale uno-due, prima con il tap-in vincente sottoporta di Giannetti al 51’ e poi con la correzione a due passi dalla linea di Catellani al 54’.

La gara si mette in discesa per la banda Bjelica, che ha anche il tempo di siglare il tris con Situm al 69’, che penetra da sinistra e scaglia un preciso destro che accarezza il palo interno e si insacca.

Il Livorno non riesce neppure a limitare i danni, visto che Chichizola è tempestivo su un tiro ravvicinato di Jelenic, e rischia di capitolare ancora sul colpo di testa di Datkovic che esce fuori di un nonnulla.

Vittoria legittimata, e promozione quanto mai a portata di mano: lo Spezia potrebbe essere la vera sorpresa in chiave play off. Tutto rimandato invece in casa Livorno, e sicuramente il presidente Spinelli non l’avrà presa benissimo.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*