ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B: perde il Carpi, frenano le inseguitrici
Serie B: perde il Carpi, frenano le inseguitrici

Serie B: perde il Carpi, frenano le inseguitrici

Dopo la netta vittoria dello Spezia sul Livorno e in attesa dei posticipi tra Bologna e Modena (domani alle 15) e tra Vicenza e Catania (lunedì alle 20:30), nel sabato di B si sono giocate 8 gare della 31esima di campionato.

La capolista Carpi perde dopo quasi due mesi, battuta in casa 1-2 dall’ottimo Pescara di Baroni: per i delfini biancoazzurri arriva la quarta vittoria negli ultimi 5 incontri, proprio al Cabassi e proprio contro la squadra che in casa aveva perso solo una volta finora. Le reti, tutte nel secondo tempo, sono firmate da Sansovini al 52’ – 10 gol stagionali per il Sindaco, 6 con la maglia del Pescara, Bjarnason al 64’ e da Sabbione a tempo ormai scaduto al 95’.

Alle spalle della capolista, e in attesa come detto del Bologna oggi pomeriggio, frenano un po’ tutte le inseguitrici. A iniziare dal Frosinone, frenato in casa dall’Entella con un pirotecnico e molto polemico 3-3. La successione delle reti: prima doppietta di Sforzini per gli ospiti al 14’ e al 32’, reazione dei ciociari – in dieci per l’espulsione di Soddimo – prima con Dionisi al 37’ e poi con Daniel Ciofani al 41’.

Nella ripresa due rigori sanciscono il pari: prima Dionisi al 67’, e poi Sforzini al 92’ – con un rigore inventato – fissano il risultato sul pari. Sulla gara pesano però come macigni le decisioni quantomeno opinabili dell’arbitro Aureliano, che a fine partita espelle anche Crivello e Sforzini e se ne va dallo stadio duramente contestato dai tifosi di casa.

Stecca anche l’Avellino di Rastelli, battuto in trasferta a Lanciano 1-0. Il gol decisivo è di Piccolo al 34’, su grave disattenzione della difesa irpina: i frentani di D’Aversa incassano tutta la posta in palio e se la ridono, visto che occupano una posizione sempre più tranquilla.

Vince e convince ancora il Bari di Nicola, che passeggia in casa sul Varese, cui non ha giovato il ritorno dopo pochissime partite di Bettinelli: 3-0 il finale per i galletti pugliesi. I marcatori di giornata sono Sabelli al 34’, Boateng al 49’ e Galano all’81’.

Va alla grande anche il Perugia che però rischia di farsi raggiungere dalla Pro Vercelli dopo essere andato sul triplo vantaggio: alla fine finisce col brivido 3-2 per il Grifone, che conquista la quarta vittoria nelle ultime sei. Le reti: autogol di Bani al 17’, Fossati su rig. al 55’, Ardemagni al 67’, Coly al 79’, Sprocati all’89’.

Bell’esordio di Serse Cosmi sulla panchina del Trapani: i siciliani livellano la Ternana 4-2 nel match più emozionante di giornata, soprattutto nel primo tempo. Sono infatti cinque le reti nella prima frazione: doppio vantaggio amaranto firmato Aramu al 7’ e Curiale al 10’, pareggio rossoverde firmato dal tandem Ceravolo al 14’ e Bojinov al 20’, poi Abate riporta in vantaggio i suoi, prima del sigillo finale di Devis Curiale al 74’.

Fondamentale vittoria in chiave salvezza anche per il Latina, che sbanca Brescia 1-2: i pontini fanno bottino pieno al Rigamonti mostrando la buona vena di risultati e prestazioni raggiunta con l’arrivo di Iuliano. Le reti, tutte molto belle, portano la firma di Viviani al 47’ su perfetta punizione, di Andrea Caracciolo di testa al 52’ (primo gol del 2015 per l’Airone) e di Doudou Mangni (movimento e tiro sotto all’incrocio formidabile) al 76’.

Finisce invece 0-0 l’altra sfida salvezza tra Cittadella e Crotone. Un tempo a testa, e un punto a testa per entrambe.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*