ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga, Real 2-0 facile sul Levante, ironia Bale
Liga, Real 2-0 facile sul Levante, ironia Bale

Liga, Real 2-0 facile sul Levante, ironia Bale

Finalmente una vittoria. Scacciacrisi e foriera di pace e tranquillità. La Casa Blanca respira, dopo un pareggio e due k.o. tra campionato e Champions – clamoroso soprattutto il 3-4 subito per mano dello Schalke 04 lo scorso martedì. Il Real liquida agevolmente 2-0 il Levante in crisi profonda (sette sconfitte consecutive).

La vittoria delle merengues porta la doppia firma di mister 100 milioni Gareth Bale: il gallese torna al gol dopo nove gare di digiuno e si esibisce in un’esultanza alquanto polemica contro l’esigente pubblico del Bernabeu. Che intanto in vista del Clasico di domenica al Camp Nou vede i suoi beniamini rifarsi a -1 dai blaugrana.

Ancelotti per una volta può sorridere: tornano dal primo minuto sia Modric che Sergio Ramos; spazio anche a Keylor Navas, al posto di un fischiatissimo Casillas, e Lucas Silva in luogo di Toni Kroos (che si accomoda in panchina da diffidato).

Il Madrid ingrana subito la quarta e mostra di voler fare sul serio. E il gol che arriva al 18’ suggella la sostanziale supremazia di inizio gara: rovesciata spettacolare del solito CR7 e Bale insacca con un destro al volo. Mentre lo stadio applaude, il gallese va verso il corner, si tappa le orecchie e scalcia con veemenza la bandierina: un evidente segno di stizza, dopo le critiche delle ultime settimane.

Poi l’esterno ex Tottenham si toglie il sassolino dall’altra scarpa e sigla il 2-0 al 40’, deviando un destro di Ronaldo su punizione del solito acutissimo Modric.

Nella ripresa il Real va al piccolo trotto, e si presenta quasi senza volerlo almeno sei sette volte prima del novantesimo davanti alla porta avversaria. Ancelotti lascia il tridente pesante Benzema-Bale-Ronaldo quasi fino alla fine, per cercare la goleada che placherebbe i malumori ballerini del pubblico madridista.

Il gol non arriva, e il Real esce di nuovo tra i fischi. Stavolta però i tre punti ci sono: per ora contava solo questo. Anche se domenica la musica è destinata a cambiare.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*