ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tirreno-Adriatico, urlo Sagan!
Tirreno-Adriatico, urlo Sagan!

Tirreno-Adriatico, urlo Sagan!

Un urlo di gioia e di liberazione per una vittoria attesa a lungo e finalmente arrivata. Peter Sagan finalmente riesce a cogliere il suo primo successo stagionale in occasione della sesta tappa della Tirreno-Adriatico 2015, battendo sul traguardo di Porto Sant’Elpidio il tedesco Gerald Ciolek (MTN Qhubeka) ed il belga Jens Debusschere (Lotto Soudal).

Sulla carta una tappa dedicata ai velocisti, invece è venuta fuori una giornata con mille sorprese, a cominciare dal meteo che ha complicato non poco il lavoro delle squadre lungo i 210 km in programma. Partiti da Rieti, diversi intentativi andati a vuoto, dopo i quali Alessandro Vanotti (Astana), Yukiya Arashiro (Europcar) e Stijn Devolder (Trek) sono finalmente riusciti a guadagnare un margine rassicurante sul gruppo.

Sembrava dovesse essere l’iniziativa giusta, e invece il forcing della Tinkoff-Saxo sui continui saliscendi di giornata ha contribuito a rompere in più tronconi il gruppo, con il ritardo accumulato dal favorito Mark Cavendish (Etixx-QuickStep) e da Sacha Modolo (Lampre-Merida), tra gli altri, divenuto in pochi chilometri incolmabile.

Ripreso vanotti, ultimo dei fuggitivi ad arrendersi, va poi segnalato il tentativo del francese Alexis Vuillermoz (Ag2r La Mondiale), rirpeso a soli te chilometri al traguardo dopo una bella azione.

Allo sprint, con diversi rivali attardati e con altri tornati a casa – oltre ad Elia Viviani (Team Sky) ritiratosi nei giorni scorsi per una brutta caduta a Cascina, oggi ha abbandonato anche lo sloveno Luka Megzec (Giant-Alpecin) – ha così ha avuto vita facile il campione nazionale slovacco, che ha finalmente potuto tagliare per primo il traguardo nella città dove due anni orsono già si impose in un clima altrettanto difficile e in una tappa altimetricamente più complicata. Nessun italiano nelle prime dieci posizioni.

Non cambia la classifica generale, che vede sempre in testa Nairo Quintana (Movistar) con 39″ di vantaggio su Bauke Mollema (Trek) e 48″ su Rigoberto Uran (Etixx-QuickStep). Settimo Domenico Pozzovivo a 1’06”.

Qui il video degli ultimi chilometri di corsa.

https://www.youtube.com/watch?v=ySRBQMQGBYI

Domani ultima frazione, una cronometro di 10 km a San Benedetto del Tronto, come da tradizione degli ultimi anni. Il vantaggio del colombiano sembra comunque rassicurante e la vittoria finale è ormai ad un passo.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*