ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Nazionale, Conte prepara il ritorno allo Stadium
Nazionale, Conte prepara il ritorno allo Stadium

Nazionale, Conte prepara il ritorno allo Stadium

Nostalgia in bianconero. Antonio Conte, attuale ct della Nazionale azzurra, si sente ancora legato ai colori juventini che lo hanno fatto diventare grande: tre scudetti consecutivi e due Supercoppe Italiane portate in pompa magna a Torino.

Tra qualche giorno il tecnico leccese tornerà ai piedi delle Alpi, allo Juventus Stadium che lo ha visto trionfare nelle ultime stagioni: l’impianto ospiterà infatti l’importante amichevole del 31 marzo tra Italia e Inghilterra.

Un test importante per saggiare la bontà degli azzurri e comincia a sfogliare la rosa del gruppo che deve ancora conquistare la matematica qualificazione a Euro2016.

In occasione della presentazione della sfida, nella Sala del Senato di Palazzo Madama a Torino, Conte ha oggi rincontrato i rappresentanti più autorevoli della società juventina, patron Agnelli e dg Marotta in primis, salutati la scorsa estate dopo la conquista del terzo tricolore di fila.

Un saluto tra vecchi amici, prima di gettarsi a capofitto nelle emozioni azzurre, in compagnia del numero uno della FIGC Sergio Tavecchio.

Conte non ha nascosto l’emozione del ritorno a Torino, celebrando l’ospitalità che da anni la città piemontese ha riservato a lui e alla famiglia.

Il tecnico ha dichiarato «Sarà una grandissima emozione tornare allo Juventus Stadium, e sono contento di tornarci con la maglia azzurra e non da avversario».

Prima di allora, ha detto l’ex allenatore della Juve, c’è la decisiva sfida del 28 contro la Bulgaria: nella trasferta di Sofia i suoi Azzurri sono chiamati a conquistare tre punti fondamentali; ma il tecnico ci tiene a non trascurare nemmeno il test match di Torino contro l’Inghilterra.

Infine, due battute sull’attuale momento del calcio italiano: «Toni? Un grande professionista, a 37 anni è ancora sulla cresta dell’onda». Sui giovani il tecnico insiste, «bisogna lavorare su di loro, farli crescere e avere pazienza».

E sulla Nazionale? «Non vedo i giocatori azzurri da 4 mesi, mi auguro che sia rimasto qualcosa e non si siano dimenticati tutto. Verratti? Sta facendo molto bene, siamo molto contenti di lui».

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*