ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Nazionali: Bendtner esagerato, e torna pure Podo
Nazionali: Bendtner esagerato, e torna pure Podo

Nazionali: Bendtner esagerato, e torna pure Podo

Non ci sono solo le qualificazioni europee, in questa settimana tutta dedicata alle Nazionali. Vedremo tra poco cosa ci riserva il menu dei prossimi giorni, a cominciare dalla sfida stellare di stasera tra…

Facendo un passo indietro, ecco una rapida carrellata sulle amichevoli internazionali giocate ieri, con alcuni risultati molto interessanti.

Tre le sfide tra squadre africane: Ghana-Namibia finisce 1-0, decisa da un guizzo di Baffour a tempo praticamente scaduto. Non poca fatica, per le Black Stars.

Sconfitta invece per le Super Aquile della Nigeria, 0-1 per mano dell’Uganda: rete decisiva di Miya all’81’, e vittoria prestigiosa per una delle nazionali più in crescita del Continente nero.

Georgia-Malta finisce 2-0: strenua la resistenza opposta dalla Nazionale isolata del nostro Pietro Ghedin, che resiste fino all’83’ ma poi crolla sotto i colpi di Kankava e Qazaishvili al 92’.

Nel derby britannico tra Scozia e Irlanda del Nord, vince 1-0 la nazionale di Sant’Andrea col gol di Berra all’85’.

C’è però un po’ di calcio italico, in questo mercoledì internazionale. A cominciare dai maliani Diakitè e Wague, difensori rispettivamente di Cagliari e Udinese: i due partecipano con una marcatura ciascuno all’incredibile festival di Mali-Gabon: finisce 3-4, con lo show dell’attaccante del Borussia Dortmund Aubameyang (doppietta e rigore sbagliato) e gol decisivo del gaboniano Ecuele Manga al 90’.

Un pezzo di Italia, anche se andato via, c’è anche in Danimarca-USA: la sfida finisce 3-2 per i danesi biancorosso crociati. Merito di un Nicklas Bendtner in forma a dir poco smagliante: l’ex Arsenal e Juve prima risponde ad Altidore, poi pareggia il nuovo vantaggio USA firmato Johansson con i due gol che tra 83’ e 91’ consegnano alla sua Nazionale la vittoria, e a lui il pallone della gara. Un calciatore quantomeno curioso.

I tifosi dell’Inter possono sorridere: Lukas Podolski è ancora vivo. Desaparecido in questi primi a Milano, l’ex Gunners mette il sigillo finale nel bel 2-2 tra Australia e Germania: i Socceroos erano riusciti a ribaltare il gol iniziale di Reus grazie all’italoaustraliano Troisi e a Jedinak, prima del gol di Podo.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*