ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Marchisio-crack: tutta colpa di Conte? Web diviso
Marchisio-crack: tutta colpa di Conte? Web diviso

Marchisio-crack: tutta colpa di Conte? Web diviso

È la notizia del giorno. L’infortunio di Marchisio ha catalizzato l’attenzione di tutta la giornata calcistica, scatenando una lunga serie di polemiche e discussioni. Originate da una domanda: la colpa è davvero di Conte?

Hanno iniziato i tifosi juventini sui social network, inveendo contro il ct azzurro ed ex allenatore bianconero: per una parte del tifo bianconero il responsabile dell’infortunio che ha messo fine alla stagione di Marchisio è proprio l’ex tecnico della Juve, famoso per le sue sessioni di allenamento rigide e “massacranti”.

Sui social si è scatenata l’ira dei tifosi, che, anche con un po’ di ironia, hanno inveito contro il ct. Ecco alcuni dei post più stizziti e amareggiati: «Ci voleva sterminare proprio. Addio sogni di gloria… L’Europa finisce qui. Sarà per il prossimo anno. Grazie Conte. Ti ricorderemo; «Preferivo ci eliminasse il Monaco, non Conte»; «Ancora una volta Conte frena la Juve in Europa».

Un campionario abbastanza sardonico, insomma, segno di un rapporto tifosi-Conte incrinatosi all’epoca dello strappo della scorsa estate.

Ma c’è chi dall’altra parte ha difeso l’allenatore leccese, cercando di stroncare sul nascere inutili polemiche virtuali. Parecchi infatti i tifosi secondo i quali l’infortunio di Marchisio non ha nulla a che vedere con i metodi di allenamento del ct.

«Conte non c’entra nulla con la rottura del crociato di Marchisio», il succo di tanti post e tweet. Qualcun altro ci scherza, si fa per dire, su: «Anyone has a video of the Conte tackle that injured Marchisio?» (Qualcuno ha un video del tackle di Conte su Marchisio?).

Di certo le cose adesso per la Juventus si complicano eccome: orfana già di Pogba e con Pirlo ancora convalescente, la squadra bianconera dovrà affrontare la doppia sfida Champions al Monaco in piena emergenza centrocampo. Nella tappa più importante della stagione non ci sarà neanche il Principino.

Ha proseguito John Elkann, con le parole al vetriolo di oggi pomeriggio. E in serata un Antonio Conte visibilmente stizzito ha risposto alle polemiche odierne: «Mi dà fastidio chi cerca di mettere il mio passato contro di me».

Sul presidente della Fiat, Conte è stato parecchio esplicito «Non mi aveva mai fatto questi rilievi, quando allenavo la Juve. Ma io vivo sempre nella polemica. Ora voglio solo pensare alla Bulgaria, non certo a come i fatti di oggi possano condizionare il mio rapporto con l’azzurro».

Domani contro la Bulgaria ci sarà Bertolacci, ma chiaramente Conte dovrà fronteggiare un’altra serie di polemiche. Non la prima, nel suo percorso azzurro già travagliato, anche dagli infortuni.

Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*