ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Miami Open, fuori tutti gli italiani
Miami Open, fuori tutti gli italiani

Miami Open, fuori tutti gli italiani

Con l’uscita di scena di Flavia Pennetta e Sara Errani, non c’è più alcun atleta a tenere alto il movimento azzurro al Miami Open, torneo Masters 1000 / Premier Mandatory che si sta disputando sul cemento di Key Biscayne, in Florida.

Le due atlete sono state entrambe estromesse agli ottavi, dopo che avevano brillantemente superato i turni precedenti. La brindisina è stata sconfitta dalla romena Simona Halep, numero tre del seeding e recente vincitrice ad Indian Wells, per 63 75 in un’ora e mezza di gioco.

Si è invece arresa nettamente la romagnola, che ha portato a casa soli tre game contro la tedesca Sabine Lisicki, che già l’aveva eliminata nel torneo californiano: 61 62 lo score finale in meno di un’ora di gioco, con cui la giocatrice teutonica ha portato a casa il quarto match su cinque contro l’azzurra.

Finiscono ancora contro Vasek Pospisil e Jack Sock le speranze del duo maschile Simone Bolelli e Fabio Fognini. Il ligure e il romano sono stato costretti ad inchinarsi, come nella finale di Indian Wells, ancora alla coppia canadese/statunitense: 62 63 il punteggio, molto più netto rispetto a quello subito poco più di una settimana fa.

Per quanto riguarda i big, nessuna sorpresa nelle partite giocate nelle ultime ventiquattro ore. Dopo l’uscita di scena di Rafael Nadal per mano di Fernando Verdasco (che ora dovrà vedersela con Juan Monaco) e di Stanislas Wawrinka per mano di Adrien Mannarino (che ora attende l’austriaco Them), gli altri big hanno rispettato i favori del pronostico.E così Novak Djokovic, per esempio, si gioca quest’oggi l’accesso ai quarti contro l’ucraino Alexandre Dolgopolov, mentre Andy Murray attende il sudafricano Kevin Anderson.

Molto interessante la sfida tra i due giganti Milos Raonic e John Isner, mentre le altre sfide in programma sono quelle tra Gilles Simon e David Ferrer, tra Kei Nishikori  e David Goffin e tra Thomas Berdych e Gael Monfils.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*