ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Nazionale, il bilancio del giorno dopo

Nazionale, il bilancio del giorno dopo

Dopo il doppio impegno con Bulgaria e Inghilterra, si può tracciare un bilancio dettagliato sui giocatori della Nazionale sperimentale targato Conte. Di sicuro l’ex tecnico della Juventus e ora ct azzurro ha provveduto a prendere appunti sui giocatori mandati in campo.

E in particolare ha potuto sorridere sugli esordienti. Pollice retto per tutti i nuovi azzurri, dal sampdoriano Eder all’empolese – e forse prossimo colpo del Napoli – Mirko Valdifiori fino all’altro oriundo Franco Vazquez, e conferme da tutti gli altri.

Eder a Sofia è stato l’uomo della provvidenza, venuto dalla panchina e decisivo poi nel segnare il gol del pari. Ieri ha provato addirittura a ripetersi e a fare due su due, ma Hart è stato strepitoso nel negargli la seconda gioia azzurra. L’attaccante doriano ha sfruttato alla grande l’appannamento del duo titolare Zaza-Immobile e si candida a entrare anche nelle prossime liste di convocati.

Buonissime notizie sono arrivate anche da Mirko Valdifiori, 28anni tra qualche settimana e tra i migliori in campo nel test di ieri sera a Torino: una gara condotta con ordine e diligenza, e tanta umiltà che Conte ha avuto modo di sottolineare durante il ritiro. Sarà una buona alternativa nel ruolo di regista a Verratti e a Pirlo.

Per quanto abbia giocato meno, anche Franco Vazquez ha debuttato in azzurro, anche se per una manciata di minuti. Quanto basta, però, per combinare con Antonelli l’assist per il gol che l’esterno del Milan ha mancato davvero di un soffio. È poco, per giudicare, ma ha tutto il talento per tornare in Nazionale.

Antonio Conte però può coccolarsi anche altri giocatori, più o meno chiacchierati in patria: dall’autore del primo gol, quel Graziano Pellé esule del nostro calcio da qualche anno e ora accasatosi al Southampton, a Giorgio Chiellini ieri sera in versione assist man; da un Gigi Buffon sempre decisivo alla cerniera di centrocampo composta da Marco Parolo e Roberto Soriano che ieri ha fatto bene.

Insomma, il materiale a disposizione c’è eccome: ora toccherà a Conte perfezionare il congegno Nazionale in vista dei prossimi impegni. Appuntamento il 12 giugno a Zagabria: match ball per centrare la qualificazione a Euro2016. Conte, e i suoi ragazzi, ci tiene tanto.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*