ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > CL: Bayern, che tracollo! Guardiola ora rischia
CL: Bayern, che tracollo! Guardiola ora rischia

CL: Bayern, che tracollo! Guardiola ora rischia

Nella serata Champions che ha consacrato Suarez e il suo Barcellona, con la qualificazione quasi in tasca dopo l’1-3 di Parigi, c’è un’altra cosa a fare più rumore: è il tracollo del Bayern Monaco, umiliato a Oporto con lo stesso risultato.

Una notte buia, per Pep Guardiola: mentre “la creatura catalana” che lo ha reso celebre negli scorsi anni andava a prendersi la Tour Eiffel come souvenir, il suo Bayern incappava in una figuraccia sicuramente storica contro una squadra sulla carta non irresistibile, ma che ha confermato di essere un cliente scomodissimo per chiunque.

Tremendo l’uno-due inferto da Ricardo Quaresma, che anche per merito di Jackson Martinez – che si è guadagnato il rigore del vantaggio dopo nemmeno 90” – ha subito approfittato agli errori marchiani di due non proprio ultimi arrivati, come Xabi Alonso e Dante.

Il gol di Thiago Alcantara, il primo in carriera in Champions dello spagnolo, non ha ribaltato la frittata. Il buco clamoroso di Boateng sul 3-1 di Martinez, bravissimo nello scartare Neuer, ha sentenziato la serata storta dei bavaresi, che certo erano privi degli infortunati Ribery, Robben e Schweinsteiger, ma che non possono permettersi scusanti per il tracollo in terra lusitana.

Guardiola avrà di che lavorare, nei prossimi giorni. In Baviera in tanti ricordano la scoppola rifilata dal Real all’Allianz l’anno scorso: il poker blanco firmato da CR7, Ramos e tutta la cricca è stata una brutta ferita nell’orgoglio biancorosso.

Vincere la Bundesliga, per il secondo anno di fila, non basterebbe a placare la delusione di un’eventuale eliminazione Champions. Competizione in cui il Barca, il suo ex Barca, vince e convince, mentre il tiki taka a volte inconcludente che Pep ha portato in Germania ha rispolverato i soliti malumori dei detrattori.

Il Bayern è chiamato alla prova del nove, martedì prossimo a Monaco: una sconfitta non sarebbe certo digerita, e allora Pep rischierebbe seriamente.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*