ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League > Fiorentina-Dinamo Kiev: presentazione match e ultime dagli spogliatoi
Fiorentina-Dinamo Kiev: presentazione match e ultime dagli spogliatoi

Fiorentina-Dinamo Kiev: presentazione match e ultime dagli spogliatoi

Fiorentina-Dinamo Kiev in scena questa sera all’Artemio Franchi alle ore 21:05, partita valida per il ritorno dei quarti di finale di Europa League 2014-2015.

Nella gara di andata il match si era concluso 1-1 con le reti di Lens e Babacar. Alla Fiorentina è sufficiente uno 0-0 per andare in semifinale.

Arbitra la partita lo svedese Jonas Eriksson.

Fiorentina-Dinamo Kiev saarà trasmessa questa sera da Premium Calcio e Premium Calcio HD, in chiaro per tutti su Rete 4 ed in streaming gratuito da tablet, smartphone e pc sul sito SportMediaset.it o tramite l’app Sportmediaset.

In casa Fiorentina torna a disposizione David Pizarro, con Badelj che probabilmente scenderà in campo con una maschera protettiva, insieme a Borja Valero e Mati Fernandez. In avanti Mario Gomez affiancato da Joaquin e Salah. In difesa Gonzalo Rodriguez, Marcos Alonso, Micah Richards e Savic. Neto tra i pali.

Nelle fila della squadra ucraina squalificato Dragovic mentre infortunato è Makarenko. Per adesso sicuri del posto Rybalka e Sydorchuk, mentre sulle trequarti spazio a Yarmolenko e Lens con al centro la punta Mbokani. Parecchi i dubbi in difesa per il tecnico Sergiy Rebrov.

Ecco di seguito le probabili formazioni di Fiorentina-Dinamo:

FIORENTINA (4-3-3): Neto;  Richards,  Gonzalo Rodriguez,  Basanta,  Marcos Alonso;  Mati Fernandez,  Badelj,  Borja Valero;  Joaquin,  Mario Gomez,  Salah
In panchina:  Tatarusanu,  Savic,  Aquilani,  D. Pizarro,  J. Vargas,  Pasqual,  Ilicic
Allenatore: Vincenzo Montella

DINAMO KIEV (4-2-3-1):  Shovkovsky;  Danilo Silva,  Vida,  Khacheridi,  Antunes;  Rybalka,  Sydorchuk;  Yarmolenko,  Belhanda,  Lens;  Mbokani
In panchina:  Rybka,  Chumak,  Rybalka,  Gusev,  Buyalski,  Teodorczyk,  Kravets
Allenatore: Sergiy Rebrov


Loading...

About Alessandro Mancuso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*