ULTIME NEWS
Home > Fantacalcio > Fantacalcio Top&Flop 34a giornata, parte I
Fantacalcio Top&Flop 34a giornata, parte I

Fantacalcio Top&Flop 34a giornata, parte I

In attesa del posticipo Torino-Empoli (domani alle 15 per consentire la commemorazione della tragedia di Superga), Top&Flop Fantacalcio anticipa il calendario e dà nomi e numeri dei migliori e dei peggiori della 34esima giornata di Serie A.

Vedremo se granata e azzurri toscani contribuiranno a scompaginare le carte in tavola: nel caso, ci saranno integrazioni. Ma intanto, eccovi i migliori.

Al primo posto c’è l’autore dell’unica doppietta di giornata, Josip Ilicic della Fiorentina (7,5). Il trequartista sloveno sfodera contro il Cesena una prestazione da antologia, firmando in pochi minuti due gol che spianano la strada all’agognato successo viola.

Finalmente dal Franchi piovono applausi e non fischi, per un calciatore di sicuro talento, ma che ogni tanto si eclissa e paga il peso di una discontinuità mai del tutto superata. Ma quando s’accende, è una bellezza. 13,5 magic punti. Sontuoso.

Il secondo posto va ex aequo a due giocatori passato e futuro della Nazionale azzurra: sono Alessandro Florenzi della Roma e Totò Di Natale dell’Udinese, entrambi con 7,5 di media voto.

Che dire infatti dell’evergreen Di Natale? Se con l’Inter aveva segnato giocando da titolare, domenica a Verona il 37enne napoletano è entrato dalla panchina e dopo pochissimi minuti si è inventato una giocata di fino eccezionale: colpo di tacca, palla nel sacco, 3 punti per la sua Udinese e tredicesima marcatura stagionale.

È il 206esimo gol in carriera in Serie A: superato Baggio, ora Di Natale è diventato il sesto cannoniere nella classifica all time.

Da Udine rimbalzano frequentemente ormai voci su un suo possibile divorzio dai bianconeri a fine stagione, forse addirittura di una possibile chiusura di carriera già quest’anno. A 37 anni sarebbe anche normale, ma tutto il calcio italiano ne perderebbe in qualità. 10,5 magic punti. “Nonno” del gol.

Il secondo posto del jolly tuttofare romano e romanista è del tutto meritato: l’ex Crotone è da due stagioni cuore pulsante e polmone inossidabile della macchina giallorossa, che a tratti si inceppa ma che può sempre contare sull’apporto del ragazzo, tra i preferiti di Garcia per la sua eccezionale ecletticità.

Il bello è che Florenzi non solo si mette a disposizione della squadra in ogni momento, giocando in ogni zona del campo, ma a volte segna gol pazzeschi, come il coast to coast che fredda il Genoa e mette in cassaforte una vittoria fondamentale per le ambizioni Champions della sua Roma. 10,5 magic punti. Ergonomico.

Al terzo posto, a pari merito, ci sono Marek Hamsik del Napoli e Paul Jose M’Poku del Cagliari (7,5). Lo slovacco capitano dei napoletani non ha certo bisogno di presentazione: quest’anno Marekiaro sembra tornato ad alti livelli di rendimento, come dimostrano gli ultimi gol tra Europa League e campionato che stanno trascinando il Napoli nel rush finale di stagione.

Si becca il giallo per esultanza eccessiva e maglia tolta, ma c’è da capirlo, dopo il calvario dello scorso anno. 10 magic punti. Imperioso.

M’Poku invece sì che ha bisogno di un cenno introduttivo: centrocampista offensivo della Rep. Democratica del Congo e arrivato a gennaio in prestito dai belgi dello Standard Liegi, il robusto calciatore dei sardi ci ha messo un po’ a calarsi nella dimensione italiana, ma ha mostrato di avere capacità tecniche interessanti. Sul poker di ieri rifilato al Parma c’è tutto il suo zampino. 10 magic punti. Esplosivo.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*