ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 40a: tutto immutato in vetta. Sussulto salvezza del Brescia
Serie B, 40a: tutto immutato in vetta. Sussulto salvezza del Brescia
Frosinone calcio

Serie B, 40a: tutto immutato in vetta. Sussulto salvezza del Brescia

Dopo il Carpi, la Serie B attende di conoscere chi sarà la prossima a salire in Serie A per l’anno prossimo. Per ora tutto rinviato.

In vetta pareggiano Frosinone, Vicenza e Bologna. Pareggia anche il Carpi, tranquillo 0-0 col Lanciano al Cabassi.

Il Frosinone pareggia 1-1 a Cittadella e rinvia l’eventuale festa alla prossima settimana. Al gol gialloblù di Soddimo, arrivato al 27′ della prima frazione di gioco, rispondono i padroni di casa con Bizzotto al 79’ (gol al debutto in Serie B).

Tutto sommato ai ciociari di Stellone può andar bene così: quando mancano 180’ alla fine del campionato, i ciociari conservano ancora i 4 punti di vantaggio sull’accoppiata Vicenza-Bologna.

I veneti frenano ancora, pareggiando 0-0 in casa dello Spezia. Per i biancorossi di Pasquale Marino ora serve vincere la prossima gara in trasferta, a Livorno, per cullare ancora sogni di Serie A: all’ultima giornata infatti al Menti arriverà il Frosinone, e il Vicenza spera di poter giocarsi il tutto per tutto negli ultimi 90’ della stagione.

Pareggia anche l’altra terza, il Bologna, che in casa prima va sotto e poi rimonta contro l’Avellino: finisce 1-1, nella prima gara sulla panchina rossoblù di Delio Rossi. Il tecnico romagnolo però può anche recriminare perché, dopo il vantaggio irpino di Sbaffo al 35’ e il pareggio di Buchel al 54’, Acquafresca ha fallito il rigore che poteva proiettare il Bologna a due punti dal Frosinone. Nel finale espulso Ceccarelli.

Lo scontro diretto per i playoff tra Pescara e Perugia finisce tra le scintille: 2-2 il finale. Succede tutto nel secondo tempo: al doppio vantaggio del Pescara, firmato Memushaj all’11’ su rig. (espulso Comotto nell’occasione) e Melchiorri al 14′ risponde infatti il Perugia con le reti di Ardemagni al 23′ (su assist di Verre) e Goldaniga al 28′ , arrivato probabilmente in posizione di fuorigioco. Il Perugia finisce addirittura in 9 uomini per il rosso a Goldaniga.

Pur dominando il campo per tutta la partita, il Bari perde 2-0 a Latina e dice ormai addio ai playoff. I gol nerazzurri portano la firma di Brosco all’11’ e Oduamadi al 91’; per la squadra di Iuliano, sofferente per tutta la partita. sono tre punti che hanno il sapore della salvezza.

Il Trapani si tira definitivamente fuori dal pantano della zona retrocessione e schiaffeggia in casa il Modena: 3-0 il finale per gli uomini di Cosmi, per le reti di Ciaramitaro al 20’, Curiale al 28’ e Scozzarella al 78’.

Fondamentale vittoria della Pro Vercelli in casa della Ternana: lo 0-1 finale è deciso al 31’ da Scavone, centrocampista classe ’87, subentrato dopo appena 7’ all’infortunato Ronaldo. I leoni volano a 48, le Fere restano invece pericolosamente ancorate a 45 punti, una sola lunghezza sopra la zona playout della Serie B.

Sul fronte salvezza, il Brescia ottiene un’insperata e bellissima vittoria, contro il Catania: al Rigamonti finisce 4-2, con le reti di Sestu al 22’, Di Cesare al 30’, Rosina al 72’, Da Silva al 74’ e Benali al 79’, prima del gol della bandiera di Castro al 91’. Con questa vittoria, le Rondinelle lombarde salgono a 39 punti e tengono ancora viva le residue fiammelle della salvezza, a 4 lunghezze dalla prima posizione valida per i playout.

Domani alle 18 il posticipo Crotone-Varese.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*