ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Masters 1000 Madrid, Murray demolisce Nadal
Masters 1000 Madrid, Murray demolisce Nadal

Masters 1000 Madrid, Murray demolisce Nadal

Rafael Nadal ancora KO e ancora una volta sulla sua superficie preferita, il rosso. E’ questa volta la sua Madrid a segnare l’ennesima sconfitta stagionale del maiorchino, che nella finale del Masters 1000 Mutua Madrid Open si arrende nettamente ad Andy Murray.

Entrambi reduci da due semifinali in cui ciascuno ha dato il meglio di sé, i due finalisti giungono tuttavia all’ultimo atto dopo una stagione finora molto diversa. Molto deludente l’annata del maiorchino che, oltre alle consuete sconfitte sul veloce, ha subito batoste anche sulla terra (due da Fabio Fognini e una da Novak Djokovic), a fronte di un solo titolo a Buenos Aires. Diverso il discorso per lo scozzese, che invece non aveva mai raggiunto una finale in carriera su questa superficie e ne coglie ben due nel giro di una settimana (a questa si aggiunge il titolo conquistato pochi giorni fa nel 250 di Monaco).

I precedenti sono tutti a favore del maiorchino (15-5 complessivamente, 6-0 sul rosso), ma questa volta le cose vanno ben diversamente. Una partita senza storia, di fatto, quella cui si assiste perché lo spagnolo appare molto contratto e falloso e non riesce a tenere testa all’avversario, che concretizza da subito le sue palle break e fa capire di essere in serata positiva. Il primo set va via 6-3, il secondo è ancor più liscio per il ventottenne di Dunblane, che si porta subito avanti per 4-0. Nadal riesce a cancellare lo 0 in tabella portandosi prima sull’1-4, poi sul 2-5, ma è troppo tardi. Murray chiude con lo score finale 63 62 e conquista il suo primo Masters 1000 su terra rossa, premio ad una stagione che finora l’ha visto centrare più volte l’ultimo atto, dove ha però sempre trovato la strada sbarrata da un certo Novak Djokovic.

Ora l’attenzione si sposta su Roma, dove da oggi sono in scena gli Internazionali BNL d’Italia. presenti i Fab Four, compreso il rientrante Novak Djokovic. Siamo sicuri che Nadal con qualche partita in più nelle gambe migliorerà progressivamente la sua condizione, ma per ora constatiamo il suo momento negativo. Sui campi del Foro Italico, ci sarà da divertirsi.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*