ULTIME NEWS
Home > Fantacalcio > Fantacalcio Top&Flop, 35a giornata: parte II
Fantacalcio Top&Flop, 35a giornata: parte II

Fantacalcio Top&Flop, 35a giornata: parte II

Nella seconda parte di Fantacalcio Top&Flop il taccuino si riempie a causa dei numerosi 4,5 registrati in giornata. L’elenco è parecchio lungo, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Partiamo allora dal peggiore fra i peggiori: è Sinisa Andjelkovic del Palermo (4,5). Per uno sloveno che sale ancora – Ilicic, vd. top della giornata – ce n’è un altro che scende vertiginosamente. Il difensore sloveno della squadra di Iachini combina un pasticcio dopo l’altro, e abbina pure la frittata dell’autorete che complica le cose ai siciliani nel capitombolo interno con l’Atalanta. 2,5 magic punti. Perennemente insicuro.

“Leggermente meglio”, ma non troppo, fa Mauricio della Lazio (4,5). Il difensore portoghese ex Sporting inguaia presto la sua Lazio passata in vantaggio contro l’Inter, lasciandola in dieci per più di un’ora. Un rosso per fallo da ultimo uomo, su una situazione che avrebbe dovuto leggere meglio. 3,5 magic punti. Indeciso.

Sul podio dei flop finisce pure Miralem Pjanic della Roma (4,5). Il centrocampista bosniaco è davvero croce e delizia di Rudi Garcia: affascinante e geometrico quando sa esserlo, a volte incappa in spaventosi e inspiegabili blackout.

Perde banalmente un pallone a centrocampo causando il primo gol del Milan, e da quella voragine non si ristabilisce più. Si becca pure il giallo. 4 magic punti. Contraddittorio.

Tanti gli altri 4,5 di giornata:

  • Duvan Zapata del Napoli: non rispetta la sua potentissima media gol fatti/minuti giocati, facendo rimpiangere alla grande Higuain, che però come il collega entra e stecca.
  • Victor Ibarbo della Roma: il colombiano come al solito va a corrente alternata, e non si accende mai nella serataccia giallorossa del Meazza.
  • Camil Glik e Nikola Maksimovic del Torino, entrambi pessimi nella serata in cui il Torino prende in faccia una manita e saluta, probabilmente, il sogno Europa League.
  • Panagiotis Koné e Alexandre Geijo dell’Udinese: potevano dare la scossa ai friulani, finiscono invece tra i peggiori sotto il poker doriano.

Da menzionare pure Mauro Icardi dell’Inter e Andrea Belotti del Palermo (5), rigoristi imperfetti della giornata. Maurito si è fatto ipnotizzare da Berisha, ma per fortuna dopo il penalty sbagliato c’ha pensato Hernanes a sistemare le cose. Più grave invece l’errore del Gallo, che poteva dare prima il pareggio al Palermo e forse cambiare la partita.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*